Le misure anti Covid alla Mecca per il prossimo Ramadan

·1 minuto per la lettura

AGI - La Grande Moschea della Mecca si prepara al secondo Ramadan ai tempi della pandemia da coronavirus. Il mese di digiuno previsto dall'Islam inizierà tra un paio di settimane. Il luogo di culto sarà sanificato dieci volte al giorno e verranno utilizzati oltre 60 mila litri di materiale igienizzante per evitare lo scoppio di focolai.

Almeno 30 termoscanner misureranno la temperatura ai fedeli, il cui numero sarà limitato per il rispetto del distanziamento sociale, e che dovranno sempre indossare una mascherina. Saranno inoltre predisposte aree di preghiera speciali per le persone con disabilità e pasti serali (iftar) saranno serviti ai fedeli che visitano la Moschea per la preghiera in tarda ora.

Nelle ultime 24 ore, l'Arabia Saudita (34,7 milioni di abitanti) ha registrato 556 nuovi casi e 7 decessi per Covid per un totale di 389.422 infezioni e 6.663 morti dall'inizio della pandemia. Nel Paese sono state somministrate, secondo i dati della John Hopkins University, poco più di 4 milioni di dosi di vaccino.