Le misure messe in atto per l'incontro dei leader di governo delle potenze mondiali.

·2 minuto per la lettura
G20 Roma città bloccata
G20 Roma città bloccata

In vista del G20 a Roma del prossimo 30 e 31 ottobre è stato previsto un grande dispiegamento di forze dell’ordine atte a presidiare la zona dell’Eur dove si svolgerà l’incontro tra i capi di governo delle potenze mondiali. Una città bloccata, con l’allerta che è salita dopo i fatti dello scorso 9 ottobre che avevano visto l’attacco alla CGIL da parte di alcuni manifestanti scesi in piazza per manifestare contro il green pass.

G20 a Roma, la città è bloccata

Le misure adottate dal Viminale prevedono la costituzione di un’area rossa di massima sicurezza larga 10 chilometri intorno alla alla Nuvola di Fuksas, in zona Eur, che sarà attiva da giovedì 28 ottobre e operativa sabato 30 e domenica 31 ottobre. Nella zona saranno previsti varchi d’accesso presidiati che consentiranno l’ingresso solo alle autorità e agli addetti ai lavori accreditati. Saranno 2000 gli agenti impegnati, tra tiratori scelti, cinofili, artificieri e costanti saranno le bonifiche che riguarderanno il sottosuolo. Prevista anche la presenza dell’esercito, con 500 uomini impegnati nei presidi fissi.

Roma, città bloccata per il G20

È stato predisposto anche un piano B, con 300 agenti del reparto mobile della polizia e del battaglione mobile dei carabinieri fermi nelle caserme e pronti ad intervenire se il clima dovesse scaldarsi. Inoltre, ferie e permessi sono stati sospesi a tutto il comparto di sicurezza di Roma.

Per il G20 di Roma la città è bloccata

Particolare attenzione è riservata poi a quelle che saranno le altre manifestazioni previste in città nel corso del weekend. La prima è quella del Fridays for future con un corteo indetto dal sindacato di base Usb e un presidio statico del Partito comunista di Marco Rizzo. C’è poi la protesta ad oltranza dei No Green pass che anche questo weekend riguarderà le principali città italiane, tra cui Roma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli