Le nuove raccomandazioni per un'alimentazione corretta

CAIA IMAGE / SCIENCE PHOTO LIBRARY / NEW / SCIENCE PHOTO LIBRARY VIA AFP

AGI - La prima raccomandazione è “di ridurre il consumo di carne fino a un massimo di tre volte a settimana, preferibilmente pollo o coniglio, e di svolgere tra 150 e 300 minuti di attività fisica, nello stesso periodo”. Sono alcune delle linee guida contenute nel rapporto dell'Agenzia spagnola per la sicurezza alimentare (Aesan) che ha aggiornato le sue raccomandazioni dietetiche ferme al 2019, tenendo conto per la prima volta dell'impatto ambientale degli alimenti.

Secondo quanto scrive il Paìs, l'Aesan ora consiglia di dare la priorità agli alimenti freschi rispetto agli alimenti ultra-lavorati e “di privilegiare le proteine di origine vegetale rispetto a quelle di origine animale, poiché sono benefiche per la salute e riducono i danni ambientali”, come assicurato dalla coordinatrice del rapporto, Esther López. “I legumi sono il gruppo alimentare che ne contiene di più e la quantità di assunzione suggerita è aumentata: se nel 2019 era di consumarne da due a quattro porzioni a settimana, ora si parla di un minimo di quattro a settimana, ma “idealmente dovrebbe essere aumentata a una al giorno”.

Inoltre, “il pesce dovrebbe essere consumato almeno tre volte a settimana (prima erano consigliati due giorni) ed è auspicabile dare la priorità al pesce azzurro (come salmone, kingfish o tonno) rispetto al pesce bianco (merluzzo, nasello o orata)”. La sana assunzione di uova è nell'ordine di quattro a settimana, e il suo consumo è considerato altamente raccomandato in fasi come "gravidanza, allattamento o anoressia associata all'invecchiamento", specifica il rapporto, per il suo alto contenuto nutrizionale e la sua facilità di consumo.

Per quanto riguarda latte e latticini, anche il quantitativo suggerito è stato ridotto. Tre anni fa si consigliavano da due a quattro porzioni giornaliere. Ora l'ente pubblico invita a consumarne al massimo tre, senza zuccheri aggiunti e con un basso contenuto di sale.

La linea guida su frutta e verdura è di mangiare almeno cinque porzioni al giorno. Si possono combinare, ad esempio, assumere tre porzioni di verdura e due di frutta.

Le noci dovrebbero essere consumate almeno due o tre volte a settimana e aumentare tale quantità a una porzione giornaliera. Vanno consumati sempre senza aggiunta di sale, grasso o zucchero e la quantità stabilita è compresa tra 20 e 30 grammi. L'agenzia raccomanda di mangiare tra due e sei porzioni settimanali di cereali.

Infine l'attività fisica settimanale consigliata per adulti e anziani è compresa tra 150 e 300 minuti, se si tratta di un esercizio aerobico moderato, come camminare a un buon ritmo senza avere difficoltà a parlare, andare in bicicletta con calma e in piano o ballare soft . Se l'esercizio è più vigoroso, come nuoto, corsa, veloce e mountain bike, varrebbe la pena da 75 a 150 minuti.