Le nuove regole privacy Apple peseranno per 10 miliardi su Facebook, Snap,YouTube, Twitter

·2 minuto per la lettura

AGI - Cambiano le impostazioni di privacy degli iPhone, così come deciso da Apple, e per la seconda metà di quest'anno andranno in fumo circa 9,85 miliardi di dollari di entrate di Snap, Facebook, Twitter e YouTube, poiché le loro attività pubblicitarie saranno particolarmente inficiate dalle nuove regole. Lo rileva il Financial Times, citando alcune stime.

Con la sua politica di trasparenza del tracciamento, Apple in pratica ha costretto le app a chiedere il permesso prima di tracciare il comportamento degli utenti per servire loro annunci personalizzati.

La maggior parte degli utenti ha optato per il no, lasciando gli inserzionisti all'oscuro su come indirizzare i loro messaggi. E a loro volta gli inserzionisti hanno risposto tagliando la loro spesa a Snap, Facebook, Twitter e YouTube e dirottando i loro budget altrove: in particolare agli utenti di telefoni Android e al crescente business pubblicitario di Apple.

Sheryl Sandberg, chief operating officer di Facebook, ha spiegato che i cambiamenti dell'iPhone hanno significato che "l'accuratezza dei nostri annunci di targeting è diminuita, il che ha aumentato il costo di guidare i risultati per i nostri inserzionisti. E non solo: valutare quei risultati è diventato più difficile".

Lotame, una società di tecnologia pubblicitaria i cui clienti includono The Weather Company e McClatchy, ha stimato che le quattro piattaforme tecnologiche hanno perso il 12% delle entrate nel III e IV trimestre, o 9,85 miliardi di dollari.

Snap ha avuto la peggio come percentuale del suo business a causa del suo focus sugli smartphone, mentre Facebook ha perso di più in termini assoluti a causa delle sue dimensioni. Mike Woosley, chief operating officer di Lotame, ha fatto come esempio un marchio di biancheria intima maschile che avrebbe guadagnato un cliente per un annuncio da 5 dollari rivolto a 1.000 uomini. 

"Bene, ora per ottenere 1.000 uomini devi mostrarlo a 2.000 persone, perché improvvisamente non sai chi è un uomo e chi è una donna", ha detto Woosley. "E hai ancora solo 5 dollari per quei 2.000 contatti. Quindi i tuoi costi di acquisizione sono raddoppiati e il rendimento perso è del 50%".

Facebook ha più da perdere in questo scenario perché il costo di esecuzione di pubblicità sulla sua piattaforma è in aumento da anni, a vantaggio di TikTok perché come ha spiegato Aidan Corbett, amministratore delegato di Wayflyer, "sta diventando estremamente popolare perché è molto più economico". 

Le stime di Lotame sono probabilmente ottimistiche. Eric Seufert, un consulente di adtech, ha stimato che Facebook da solo potrebbe aver subito un deficit di 8,3 miliardi di dollari nei due trimestri. E ritiene che i ricavi persi si estenderanno nei prossimi trimestri, mentre i gruppi pubblicitari si ricostruiscono utilizzando un paradigma incentrato sulla privacy.  

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli