Le parole degli esperti sulla nuova possibile somministrazione.

·1 minuto per la lettura
Terza dose vaccino categorie
Terza dose vaccino categorie

La fine dell’estate ai tempi del covid porta con se un’inevitabile considerazione da parte del Cts e del governo in merito a quelli che potranno essere i mesi invernali, solitamente quelli nei quali il virus riprende a circolare con maggiore impeto. Quest’anno c’è una grande fetta di popolazione che in Italia ha ricevuto il vaccino contro il coronavirus, ma l’ipotesi che possa rivelarsi necessaria una terza dose del siero è sempre più vicina al reale. Fondamentale sarà dunque in tal senso andare ad individuare le categorie alle quali dare la priorità per la terza dose da ottobre.

Terza dose del vaccino, le prime categorie

A rispondere sul tema delle categorie prioritarie per la terza dose è stato il sottosegretario alla salute Pier Paolo Sileri nel corso di una sua intervista a Radio anch’io su Rai Radio1. “Sarà necessaria – ha detto Sileri riferendosi alla terza dose del vaccino covid – perché gli studi dimostrano che cala l’immunità dei vaccinati cala per prima per coloro che hanno una non completa immuno-competenza. Quindi – ha aggiunto – si parte da loro, poi progressivamente gli studi che sono in corso in tutti i Paesi occidentali ci diranno quale sarà il momento opportuno per fare il richiamo”.

Terza dose del vaccino: le categorie

Anziani e fragili per prima, sulla scia di quanto era avvenuto anche nella prima fase della vaccinazione iniziata a gennaio. Proprio l’aspetto temporale è di fondamentale importanza per Sileri che ricorda come si potrà andare avanti con la terza dose così come si è fatta con le altre due. “Ora – ha chiarito Sileri – quando si parla di richiamo e terza dose non significa fare tutti la terza dose a ottobre, significa che se le immunità cala dopo otto/nove/dieci mesi, ottobre sarà il punto di partenza per fare i richiami per coloro i quali non sono immuno-competenti, come i dializzati, o sono passati i dieci mesi”.

Le categorie prioritarie per la terza dose di vaccino

A conferma delle parole del sottosegretario alla Salute sono arrivate anche le affermazione di Walter Ricciardi, consigliere del ministero della Salute, a Sky Tg24. “Stiamo osservando – ha detto – che anziani e persone fragili, vaccinati a gennaio e febbraio, stanno esaurendo la loro protezione. Queste persone si trovano nuovamente vulnerabili e vanno riprotette. Dobbiamo partire da loro – ha concluso – dalle persone che sono state vaccinate prime e più fragili”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli