Le parole del conduttore di Fuori dal Coro

·1 minuto per la lettura
Mario Giordano
Mario Giordano

Mario Giordano, conduttore di Fuori dal Coro, si è schierato contro Mario Draghi e il nuovo decreto, sottolineando che il premier “ha perso la faccia“.

Mario Giordano contro Draghi: “Con questo decreto ha perso la faccia”

Mario Giordano, conduttore di Fuori dal Coro, programma in onda su Rete 4, ha utilizzato Twitter per commentare il nuovo decreto del governo Draghi. Ha criticato le nuove decisioni in modo molto diretto, criticando in modo particolare il premier. “Aiuto ho un’emergenza. Qualcuno mi può aiutare il 15 febbraio? Ecco perché Draghi non ci ha messo la faccia: con questo decreto l’ha persa” ha scritto il conduttore, criticando il decreto approvato dal governo e il fatto che, come accaduto altre volte, Mario Draghi abbia deciso di non metterci la faccia.

Mario Giordano contro Draghi: Fuori dal Coro continuerà ad andare in onda?

Mario Giordano ha criticato pubblicamente Mario Draghi e le nuove restrizioni previste nel nuovo decreto, che prevedono l’obbligo vaccinale per chi ha compiuto 50 anni ed estendono il Green Pass a diverse categorie e attività. Fuori dal Coro è andato in onda per l’ultima volta il 7 dicembre 2021 e la nuova puntata dovrebbe andare in onda l’11 gennaio 2022. Stanno circolando, però, numerose voci secondo cui la trasmissione “non avrà vita lunga“.

Mario Giordano contro Draghi: la posizione del conduttore

C’è chi giura che, al netto delle smentite del caso, la trasmissione potrebbe non avere vita lunga. Sarà vero?” si legge su Dagospia. Il motivo? La posizione del conduttore non piace a Silvio Berlusconi, fondatore di Mediaset. Mario Giordano nella sua trasmissione ha espresso spesso il suo disappunto sulle decisioni del governo e ha avuto in studio numerosi ospiti che sono sempre andati contro il Green pass.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli