Le parole del docente di fisica all'Università di Trento

·1 minuto per la lettura
Covid Battiston vaccini
Covid Battiston vaccini

Il professor Roberto Battiston, docente di fisica all’Università di Trento, ha rilasciato delle dichiarazioni a Repubblica nella quali ha fatto il punto sulla situazione epidemiologica italiana sottolineando come l’autunno di quest’anno sarà profondamente diverso rispetto allo scorso grazia soprattutto ai vaccini contro il covid.

Covid, Battiston sui vaccini

Senza vaccini – ha detto Battiston – saremmo in una situazione ben peggiore di quella dell’ottobre del 2020, quando eravamo alla vigilia della seconda ondata”. Una presa di posizione netta quella del professore che sottolinea come anche l’intero sistema abbia compreso la necessità di un cambio di passo rispetto al passato. “Se ci fossimo affidati solo alle mascherine e al distanziamento – ha detto – non saremmo certo riusciti a contenere la Delta”.

Battiston sui vaccini covid

“Ricordiamo che l’autunno scorso – ha proseguito Battiston – pur di fronte a un virus assai meno aggressivo, furono necessari mesi di zone rosse e didattica a distanza in gran parte delle scuole. Oggi invece abbiamo la possibilità di tornare alla normalità in condizioni di sostanziale sicurezza”.

Battiston su covid e vaccini

Per argomentare la propria tesi Battiston, da uomo di scienza qual è, guarda ai numeri e sottolinea come nel 2021 fossimo partiti da numeri estivi più alti, ma da metà agosto siamo in continua decrescita, anche se negli ultimi giorni si osserva un leggero rallentamento. E questo nonostante la dominanza della variante Delta, molto più contagiosa e aggressiva”. Anche l’avvio dell’anno scolastico non ha portato a nuovi incrementi, ragione che però non potrebbe ancora permetterci di “abbassare la guardia, per esempio eliminando di colpo le mascherine”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli