Le parole del giornalista durante il programma tv Propaganda Live

·2 minuto per la lettura
Santoro Letta piattaforma Berlinguer
Santoro Letta piattaforma Berlinguer

Il giornalista Michele Santoro è stato ospite del programma tv Propaganda Live dove ha avuto modo di dire la sua sulla situazione della politica italiane e della sinistra, incappando anche in alcune frasi che poco sono piaciute ai molti che lottano per la parità di genere e si battono perchè questa venga presto raggiunta.

Santoro consiglia a Letta la piattaforma Berlinguer

Andando con ordine, Santoro ha espresso la sua opinione sul Pd e sul suo nuovo segretario Enrico Letta che, fin dai primi momento del suo insediamento, ha chiesto che si cominciasse a parlare anche di voto ai 16enni per poter così metterli al centro del dibattito politico e dunque renderli un target importante per i partiti. Michele Santoro, un po’ tra il serio e il faceto, ha allora consigliato a Letta di creare un portale digitale, la piattaforma Berlinguer, un po’ sulla falsa riga di quanto già fatto negli anni scorsi dal MoVimento 5 Stelle con la Rousseau. Li facesse votare subito li per decidere chi sarà il prossimo sindaco di Roma, ha dichiarato il giornalista prima di ammettere di non aver votato alle ultime amministrative capitoline per mancanza di figure – a suo pensiero – meritevoli.

Santoro: Letta, la piattaforma Berlinguer e le donne in tv

Poi, come accennato in precedenza, Santoro ha detto la sua sulla questione legata alla parità di genere nei programmi televisivi, dopo che la settimana scorsa proprio a Propaganda Live era scoppiato il caso Rula Jebreal. Per il giornalista il problema non sarebbe la presenza delle donne a tutti i costi nei programmi tv, in quanto questo per lui sarebbe già un dato. “Farei una battaglia sul potere – ha detto Santoro – andiamo a mettere le donne nei punti dove si decide che tipo di televisione fare. Lì voglio la parità di genere perché è lì che si potrebbe davvero sprigionare un’energia nuova”.

  • LEGGI ANCHE: Propaganda Live, Diego Bianchi dopo il rifiuto di Rula Jebreal: “Non ci conosce”

Santoro propone la piattaforma Berlinguer a Letta e dice la sua sul caso Rula Jebreal

“Questo problema delle donne è molto importante – ha detto Santoro – va sottolineato, la battaglia che fa Rula Jebreal in generale può essere condivisibile ma la soluzione di vedere un Makkox maschio e un’altra femmina diventa una cosa tremenda. Vedere un’orchestra fatta da un trombettista maschio e da una violinista femmina c’è qualcosa che non funziona“. “Quante sono le donne in questo momento nella televisione italiana ad avere in mano trasmissioni di informazione? – si è chiesto Santoro – Sono tantissime, non sono mai state così tante. E in questo momento la televisione com’è? Più libera o meno libera del passato? Basta il riequilibrio di genere per creare una tv più libera e meno conformista? Non ne sono così convinto. Sarebbe utile – ha precisato –avere una spinta verso la libertà delle posizioni, quella creativa, scegliere i punti di vista più stravaganti e uscire dal politicamente corretto perché il politicamente corretto può essere la creazione di un nuovo conformismo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli