Le parole del medico del San Raffaele

coronavirus zangrillo

Alberto Zangrillo non cambia idea sul Coronavirus in Italia e, anzi, rilancia sottolineando come non solo il virus sta pian piano scomparendo ma addirittura nel Bel Paese non sarebbe presente la forma più grave della malattia. Per il medico di Silvio Berlusconi, infatti, è un grosso errore fare un parallelo con quanto sta accadendo negli Stati Uniti. “In Italia fortunatamente non esiste la forma grave della malattia”.

A In Onda, la trasmissione di Parenzo e Telese su La7, infatti, Zangrillo ha fatto il punto della situazione sulla pandemia da Coronavirus: “La realtà italiana è differente dalla realtà americana – premette -. Assolutamente certo è che se ne stiamo uscendo in questo modo è perché abbiamo rispettato il lockdown”.

Alberto Zangrillo e il Coronavirus

Secondo Alberto Zangrillo, infatti, il Coronavirus non è più lo stesso perché: “La forma grave non esiste, almeno in Italia”. Il medico del San Raffaele non è la prima volta che fa un’uscita simile. Ciò gli è costato un litigio con Andrea Crisanti, che è di tutt’altro avviso. Per il medico di Silvio Berlusconi infatti: “Sta circolando negli Stati Uniti e in Italia nei focolai, ma qui circola in modo ‘benigno’. In questo momento in Italia ha esaurito la sua forza letale, perché sta facendo quello che fanno tutti i virus, cioè adattarsi al suo ospite”.

Inoltre, Zangrillo ci tiene a ribadire che questo: “Non vuol dire che sia mutato, ma qualcosa sta accadendo a livello delle proteine di superficie del virus: le stesse modificazioni che lo rendevano molto letale tre mesi fa, adesso lo rendono meno aggressivo”.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.