Le parole del presidente del Consiglio al tavolo per la nuova Legge di Bilancio

·1 minuto per la lettura
Conte contratti pa partite iva (1)
Conte contratti pa partite iva (1)

Il governo è al lavoro in questi giorni per varare la nuova Legge di Bilancio, operazione quanto mai difficile vista la grande spesa pubblica dell’anno che va a concludersi e della grande incertezza in merito al futuro. Al tavolo di confronto con i sindacati, che lamentavano una carenza di risorse per il rinnovo dei contratti del Pa, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha risposto: “Siamo in un periodo in cui si proporranno nuove e diverse disuguaglianze, le partite iva stanno veramente soffrendo“.

Conte, contratti Pa e partite iva

“Un impiegato pubblico oggi – ha detto il presidente del Consiglio – non muovendosi da casa, può esercitare la propria attività con risparmio di tempo e risorse, mentre molte altre categorie – in primis esercizi commerciali e partite Iva – stanno soffrendo veramente”.

Parole quelle di Conte che percorrono un certo malumore presente nel Paese, sempre più diviso tra garantiti e non. La libera professione è quella che maggiormente ha accusato il colpo della crisi causata dal coronavirus e anche una di quelle meno aiutata in questa fase di transizione. Il premier, rivolgendosi ai sindacati, ha dunque detto che per provare ad eliminare queste disparità è bene “lavorare insieme per una riforma complessiva del Paese”. La speranza in tal senso è che in Europa possano sbloccarsi quanto prima possibile le risorse previste dal Recovery Fund, al momento in stallo per il veto posto da Polonia e Ungheria che non accettano che lo stato di diritto sia uno dei parametri di valutazione dei paesi.