Le parole del sottosegretario alla Salute

·1 minuto per la lettura
Sileri
Sileri

Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, ha parlato di una possibile nuova ondata di Covid in autunno e della campagna vaccinale. Secondo il sottosegretario la nuova ondata potrebbe causare altri 30 mila morti.

Covid, Sileri: “Arriverà un’ulteriore ondata”

Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, è intervenuto nella trasmissione Agorà, su Rai3, per parlare di una possibile nuova ondata di Covid, che potrebbe causare altri 30 mila morti. Secondo il sottosegretario un’impennata di contagi in autunno sarà inevitabile. “Oggi abbiamo quasi 4 milioni di persone non vaccinate contro il Covid. E arriverà un’ulteriore ondata. Questo è inevitabile. Ora abbiamo avuto la quarta ondata sostenuta dalla variante Delta che ha colpito prevalentemente i non vaccinati e coloro che stavano aspettando la seconda dose. In autunno vi sarà una recrudescenza, prevalentemente per i non vaccinati. Se dovessero rimanere questi i numeri dovremo soffrire la morte di 30mila persone, probabilmente, considerando i non vaccinati. Questo non è accettabile. È l’ultima chiamata. Bisogna vaccinare e proteggere la popolazione“ ha spiegato il medico.

Covid, Sileri: “Altri 30 mila morti se non si vaccinano”

Il sottosegretario ha voluto ricordare che nell’ultimo anno e mezzo ci sono stati 130 mila morti a causa del Covid e ha ribadito che ce ne saranno altri 30 mila. “Ne abbiamo altri 30 mila davanti se non si vaccinano. I nostri ospedali non hanno mai visto cose del genere. Non è accaduto in tutta la storia dell’umanità. Ma nemmeno nella seconda guerra mondiale. Avete mai visto 130 mila persone morire di cancro in un anno con numeri così concentrati in un’area del Paese? Possibile che non si riesca a capire?” ha dichiarato Sileri.Possibile che tutti parlino di qualcosa che non sanno? Lasciamo parlare gli scienziati. Lasciamo la politica decidere, grazie Dio abbiamo una maggioranza molto ampia che può farlo. Ma basta così, perché 30 mila morti nei prossimi mesi non li vuole nessuno. Sto già soffrendo per i 130 mila passati. Non ne voglio altri. Punto” ha aggiunto.

Covid, Sileri: l’obbligo vaccinale

Pierpaolo Sileri ha parlato delle nuove restrizioni a cui sta pensando il governo, come l’obbligo di avere il Green pass anche per i dipendenti pubblici. “Almeno sopra i 40 anni per incrementare le vaccinazioni secondo me andrà fatto. Ma non aspetterei ottobre, perché sarebbe tardi” ha dichiarato. Per quanto riguarda l’obbligo vaccinale la decisione, secondo lui, “andrà presa a livello continentale perché non possiamo mettere l’obbligo e raggiungere l’80% di vaccinati in Italia se nel Paese vicino il virus continua a circolare, la variante si sviluppa e arriva anche da noi”. Il sottosegretario ha aggiunto che bisognerebbe osservare cosa succede nel Nord Europa, visto che tutte le ondate sono partite da lì e visto che hanno già riaperto le scuole e le attività.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli