Le parole della mamma della piccola Denise

·1 minuto per la lettura
Piera Maggio
Piera Maggio

Lo sfogo di Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, su Facebook. La donna è in cerca della coerenza che sembra ormai essere svanita. Le ricerche della bambina scomparsa da Mazara del Vallo continuano senza sosta, dopo 17 anni dalla scomparsa.

GUARDA ANCHE - Denise Pipitone rivelazione shock dell’ex Pm: "È viva. Ha un marito e una figlia"

Denise Pipitone: la lotta di Piera Maggio

Quella di Piera Maggio è una lotta senza sosta, iniziata 17 anni fa, quando sua figlia Denise Pipitone è stata rapita. Da quel giorno, la donna non ha mai smesso di lottare e di cercare sua figlia. La speranza di poterla riabbracciare è ancora grande, anche se in tutti questi anni ci sono state tante segnalazioni che non hanno portato da nessuna parte. Piera Maggio ha subito numerose critiche e numerosi attacchi, nonostante la vittima di quanto accaduto, oltre alla stessa Denise, sia proprio lei. La donna non si è mai fermata e ancora oggi continua a combattere e a chiedere giustizia, nella speranza di poter finalmente trovare sua figlia.

Denise Pipitone, le parole della mamma Piera Maggio

Piera Maggio è stanca di ricevere attacchi e di assistere a tanti spettacoli di scarsa coerenza. Per questo ha deciso di sfogarsi su Facebook, dove spesso lascia messaggi per tutte le persone che le stanno accanto e che la sostengono nella sua battaglia. “Coerenza dove sei? Alcuni chiarimenti. Fatti concreti. La Corte di Cassazione ha assolto Jessica Pulizzi ‘per insufficienza di prove’, però riconosce il movente e lo attribuisce anche alla madre Anna Corona. Gli atti della singola persona vanno letti non separatamente dal processo svolto, si deve tenere conto dello sviluppo avvenuto in dibattimento. Esempio: gli alibi di Jessica Pulizzi, il 1 settembre 2004, non hanno trovato riscontro” ha scritto Piera Maggio.

Denise Pipitone: lo sfogo di Piera Maggio su Facebook

Dopo 17 anni, alcune persone centrali sul caso del rapimento di Denise, sono prossimi alla santificazione, solo perché alcuni hanno deciso corì. Piera Maggio non è la Corte di Cassazione. Dire ciò che fa più comodo non è fare informazione. P.s: Anna Corona non ha subito nessun processo. Gaspare Ghaleb è l’unico ad essere stato condannato per false dichiarazioni al pm. Condanna poi andata in prescrizione” ha scritto ancora Piera Maggio. La donna ha voluto fare maggiore chiarezza su alcuni punti di questa terribile vicenda, che spesso non vengono esposti in modo chiaro e preciso quando si parla del caso di Denise Pipitone.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli