Le parole dell'immunologa sulle possibili nuove misure contro la pandemia

·1 minuto per la lettura
covid viola lockdown brevi
covid viola lockdown brevi

Antonella Viola, professoressa ordinaria di patologia generale e immunologa dell’università di Padova, è intervenuta a Radio24 nel programma di Simone Spetia e ha detto la sua in tema di possibili misure da adottare contro la diffusione del covid in Italia. La sua è una proposta semplice e facilmente applicabile: lockdown brevi, di una settimana e ripetuti una volta al mese. “Facciamo un lockdown programmato una volta al mese. Una settimana in case e tre con una vita quasi normale”, questa la proposta dell’immunologa.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Viola: “Subito lockdown in Lombardia e Campania”

Covid, Viola: “Ipotesi lockdown brevi”

Già nei giorni scorsi la professoressa aveva fatto notare che sarebbe necessario intervenire immediatamente e in maniera netta in territori come la Lombardia e il Veneto, dove ormai la misure a metà non avrebbero nessun effetto. Inoltre, nell’intervenuto a Radio24, Viola ha precisato come la chiusura alle 18 dei locali non abbia affatto impedito il fenomeno della movida: “Il lockdown funziona solo se è totale, altrimenti dobbiamo trovare delle misure di convivenza con il virus, dico solo che a Padova questa settimana gli aperitivi si facevano alle 16”.

Poi sull’ipotesi di chiusure brevi e cadenzate: “La settimana al mese servirebbe a smaltire la diffusione del contagio, se non una settimana, almeno 10 giorni. Adesso una settimana non basta, bisogna intervenire con almeno due settimane, ma l’importante è evitare questi decreti caotici, non vediamo gli effetti di uno e subito ne vediamo un altro: programmiamo”. Infine spazio nelle parole dell’immunologa anche per gli anziani e la stravagante ipotesi del weekend di supposizioni di isolarli per proteggerli. “Non risolve il problema epidemiologico – dice la professoressa Viola – la fascia di età dei nuovi contagi e dei ricoveri si è abbassata”.