Le parole dell'infettivologo del San Martino di Genova.

·1 minuto per la lettura
Covid Bassetti Regno Unito
Covid Bassetti Regno Unito

Matteo Bassetti, infettivologo del San Martino di Genova, ha parlato della situazione del covid in Regno Unito dove da giorni si è tornata a registrare una brusca impennata di casi. Per l’esperto si tratterebbe di una strategia affrettata e sbagliata di ritorno alla normalità che ora metterebbe il paese della Regina nuovamente in difficoltà.

Covid, Bassetti sul Regno Unito

“La situazione è peggiorata”, dice Matteo Bassetti nel suo intervento a L’Aria Che Tira su La7 sottolineando però che non ci sia troppo da allarmarsi per il nuovo scenario, visto chenon siamo di fronte a nulla di così difficile come un anno fa“.

Regno Unito, Bassetti commenta i dati covid

Analizzando la situazione covid in Regno Unito Bassetti evidenzia tre principali cause che avrebbero portato ad un ritorno importante del virus. “La prima – dice l’infettivologo – è che gli inglesi hanno iniziato la vaccinazione a dicembre del 2020 quindi la copertura vaccinale potrebbe essere arrivata a fine corsa”. “La seconda considerazione – ha proseguito il medico – è legata alle restrizioni. Il 19 luglio, quando le strette sono sparite, la popolazione vaccinata era il 65 per cento, forse troppo poco. Noi le abbiamo alleggerite solo con l’80 e passa per cento dei vaccinati”.

Bassetti sul covid in Regno Unito

Una cattiva gestione dunque per Bassetti quella messa in atto dal governo britannico, come sottolineato anche nella terza causa indicata dall’infettivologo: “Non è la soluzione migliore levare le restrizioni di colpo, bisogna arrivarci per step. Basta pensare alla mascherina che in Inghilterra non si mette più da nessuna parte”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli