Le parole di Crisanti

·1 minuto per la lettura
Andrea Crisanti
Andrea Crisanti

Andrea Crisanti ha parlato del Super Green Pass, spiegando che si tratta di obbligo vaccinale, per questo serve la manleva sugli effetti collaterali.

Super Green Pass, Crisanti: la manleva sugli effetti collaterali

Oggi, mercoledì 5 gennaio 2022, è previsto il Cdm, in cui il governo deciderà le nuove restrizioni per i non vaccinati. Si parla di obbligo di Super Green Pass per lavorare. Il virologo Andrea Crisanti ha spiegato che c’è un nodo giuridico molto importante da sciogliere, di cui il governo dovrebbe occuparsi. Si tratta del consenso informato del vaccino anti-Covid e soprattutto della manleva, ovvero dell’esonero di responsabilità per i possibili eventi avversi.

Super Green Pass, Crisanti: “Siamo di fronte a un obbligo vaccinale di fatto”

L’orientamento di Mario Draghi e del suo esecutivo è proprio quello di estendere l’obbligo del Super Green Pass, ovvero vaccinazione o guarigione dal Covid, per tutti i lavoratori dipendenti, pubblici e privati. Se il certificato diventa necessario per il lavoro, allora è come se approvassero l’obbligo vaccinale. “Siamo di fronte a un obbligo vaccinale di fatto” ha dichiarato Crisanti. “Il super green pass dovrebbe essere accompagnato da una revisione del consenso informato e da una manleva generalizzata contro ogni effetto indesiderato del vaccino” ha aggiunto il virologo.

Super Green Pass, Crisanti: i governatori pronti all’obbligo vaccinale

Durante la Conferenza delle Regioni, che si è tenuta ieri 4 gennaio, i governatori hanno dato il loro via libera al Super Green pass per i lavoratori e si sono dichiarati pronti ad introdurre l’obbligo vaccinalegraduale“, ovvero a partire dalle categorie più fragili. Il direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’Università di Padova, Andrea Crisanti, è perplesso per quanto riguarda questi ostacoli giuridici emersi nelle riunioni del governo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli