Le parole di Matteo Bassetti

·1 minuto per la lettura
Bassetti
Bassetti

Matteo Bassetti, virologo del San Martino di Genova, ha parlato del Natale, spiegando che se è il caso si farà un lockdown per non vaccinati.

Covid, Bassetti: le previsioni per il Natale

Per fare previsioni per il Natale dobbiamo vedere come andranno le prossime 3-4 settimane, ma, ribadisco, giù le mani dal Natale: nessuno osi minimamente mettere limitazioni per le feste. Sarà un Natale come quelli pre-Covid, ma non possiamo pensare lontanamente che non sarà un Natale sereno perché qualcuno ha deciso di non vaccinarsi” ha dichiarato Matteo Bassetti, primario del reparto di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, all’Adnkronos. Il medico non vuole che venga toccato il Natale e ha qualche proposta da fare per limitare i non vaccinati.

Covid, Bassetti: “Le limitazioni devono essere per i non vaccinati”

Il Governo e le istituzioni devono trovare una soluzione perché in qualche modo il Natale va tutelato e se ci sarà un ulteriore incremento dei casi tra i non vaccinati, eventuali limitazioni, come il lockdown, dovranno essere solo per i non vaccinati” ha dichiarato Matteo Bassetti. Il medico è convinto che il Natale vada tutelato, ma solo per le persone che si sono vaccinate. Per i non vaccinati continua a proporre nuove limitazioni, per esempio il lockdown, come sta succedendo in Austria.

Covid, Bassetti: “Tutelare gli immunizzati”

Dobbiamo tutelare tutti quelli che si sono immunizzati per salvare anche il Natale e hanno dimostrato di essere dei bravi cittadini. Chi invece non l’ha fatto è giusto che venga limitato in alcune attività anche durante le feste: penso quindi ai ristoranti, ai locali, ai cenoni, ai teatri, ai cinema” ha aggiunto Bassetti. Per il medico del San Martino di Genova i cittadini che si sono vaccinati hanno il diritto di trascorrere un Natale sereno. Le festività dei non vaccinati, invece, potrebbero essere limitate.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli