Le parole di Sansonetti scatenano la polemica

Fratelli Bianchi
Fratelli Bianchi

La reazione di Piero Sansonetti alla notizia della separazione dei fratelli Bianchi in carcere ha scatenato una vera e propria polemica sui social network.

Fratelli Bianchi separati: la reazione di Piero Sansonetti

Marco e Gabriele Bianchi sono stati condannati all’ergastolo per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte. Uno dei due sconterà la pena a Rebibbia, carcere di Roma, mentre il più piccolo sarà trasferito da un’altra parte. Ognuno di loro sconterà la pena singolarmente e non potranno vedersi o avere contatti. Una decisione che ha fatto arrabbiare Piero Sansonetti, direttore de Il Riformista. “Hanno separato i fratelli Bianchi, dopo l’ergastolo. Non si vedranno mai più. Lo stato si comporta con loro con la stessa ferocia con la quale loro si sono comportati con Willy. A me non piace questa cosa. Non trovo che sia civiltà” ha dichiarato.

Scoppia la polemica

Il messaggio su Twitter del giornalista ha scatenato la polemica sui social network. “L’ergastolo ai fratelli Bianchi è una vendetta, Willy non tornerà più dai genitori ma questa non è civiltà. Separati in cella, lo Stato è come loro. Tutti sono persone umane. Anche chi ha commesso i peggiori delitti. Nessuno tocchi Caino è scritto nella Bibbia” ha aggiunto Piero Sansonetti, rispondendo a tutte le critiche ricevute dagli utenti. “Lei pensa che la civiltà dello Stato debba essere uguale a quella di due assassini?” ha aggiunto il direttore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli