Le patate viola sono l'ingrediente giusto per dare un tocco di colore alla tua cucina

·6 minuto per la lettura
Photo credit: Westend61 - Getty Images
Photo credit: Westend61 - Getty Images

Le patate più conosciute sono quelle gialle, ma ci sono le bianche, quelle novelle, quelle di montagna e perfino quelle dolci… La variante più originale, però, è rappresentata dalle patate viola tuberi antichi provenienti dal Perù che colpiscono subito l’occhio proprio per il loro caratteristico colore: un viola acceso, appunto, che regala sfumature dall’indaco al violetto sia alla buccia che alla polpa. Queste patate, anche chiamate “vitelotte”, appartenenti alla famiglia delle Solanacee, venivano coltivate fin dai tempi antichi nelle Ande peruviane ma la loro coltivazione è ormai molto diffusa anche in Europa, in modo particolare in Francia e Italia.

Le proprietà delle patate viola

Le patate viola sono molto apprezzate nella cucina salutista in quanto ricche di antociani e anticianine, sostanze dal forte potere antiossidante che aiutano il nostro corpo a mantenersi giovane e protetto dalle malattie cardiovascolari. Inoltre le patate viola vengono spesso consigliate nelle diete ipocaloriche in quanto hanno un potere saziante elevato rispetto al loro modesto apporto calorico, soprattutto se paragonate alle altre qualità di patate. Questi tuberi sono inoltre molto apprezzati per l’elevato contenuto di potassio e sali minerali e per il buon apporto di vitamine, specialmente la vitamina C.

Photo credit: Larissa Veronesi - Getty Images
Photo credit: Larissa Veronesi - Getty Images

Cucinare le patate viola

Le patate viola si caratterizzano per avere dimensioni contenute e forma allungata. Hanno una buccia piuttosto dura e poco digeribile, per cui è bene sempre consumarle sbucciate. La polpa di questo tubero risulta essere più dolce di quella delle patate classiche e, come nel caso delle patate dolci, ha un gusto insolito che ricorda un po’ quello delle castagne. La patata viola è particolarmente apprezzata nella cucina gourmet proprio per la capacità di sorprendere i palati più esigenti su più livelli: prima con gli occhi, perché il viola è un colore che crea stupore e non si vede spesso in cucina, poi con il gusto innovativo, che ben si presta ad abbinamenti creativi, frutto di ricerca e voglia di colpire i clienti dei ristoranti più rinomati. Ma le patate viola sono perfette anche per una cucina più casalinga, per rivisitare piatti della tradizione o per dare libero sfogo all’estro creativo: vediamo alcuni esempi di ricette da preparare per tutta la famiglia utilizzando le patate viola.

Chips di patate viola

Un grande classico delle cucine di tutto il mondo sono le chips di patate. Irresistibilmente croccanti e saporite, sono un must per stupire i tuoi amici, magari accompagnate a un buon cocktail per un vero aperitivo con la A maiuscola. Per quanto possa sembrare una ricetta semplice, in realtà per ottenere delle perfette chips di patate viola è importante conoscere alcuni trucchetti che andremo a spiegarti.

Ingredienti:

  • 1 kg di patate viola

  • Oli di semi

  • Sale q.b.

Preparazione:

La prima cosa da fare è lavare le patate viola e sbucciarle utilizzando un comodo pelapatate. Un piccolo trucchetto che ti permetterà di ottenere delle patatine sottilissime è quello di affettarle finemente con l’aiuto di una mandolina. Ma il vero segreto per ottenere delle chips davvero croccanti è mettere le fettine di patate a bagno in una bacinella di acqua fredda per 20 minuti, perchè così facendo permetti alle patate di rilasciare gran parte dell’amido. Trascorso questo tempo risciacqua le patate viola sotto l’acqua corrente e poi tamponale con un foglio di carta assorbente.

Photo credit: GMVozd - Getty Images
Photo credit: GMVozd - Getty Images

In una padella dai bordi alti porta a temperatura l’olio per friggere. Utilizza un termometro da cucina per assicurarti che l’olio sia a 160 gradi, la temperatura giusta per ottenere delle chips dorate e croccanti. A questo punto immergi poche patate viola alla volta: così facendo non abbasserai la temperatura dell’olio e otterrai un fritto perfetto. Appena le patatine saranno dorate da entrambi i lati utilizza una schiumarola per toglierle dall’olio e adagiarle su un foglio di carta assorbente. Spolverizzale subito con il sale per insaporirle e gustale in abbinamento a una salsa a piacere, ancora meglio se insieme a un buon drink.

Come preparare gli gnocchi di patate viola

Il piatto per eccellenza a base di patate della tradizione povera sono gli gnocchi. Amati da grandi e piccini, sono storicamente il pasto “del giovedì”, ma la loro velocità di preparazione li rende perfetti per ogni occasione. Se all’ultimo minuto devi organizzare una cenetta casalinga, gli gnocchi di patate viola potrebbero rivelarsi l’asso nella manica perfetto per assicurarsi l’effetto WOW da parte dei tuoi commensali!

Ingredienti:

  • 1 kg di patate viola

  • 300 gr di farina 00

  • 1 uovo

  • Sale q.b.

Preparazione:

Lava accuratamente le patate e lessale in acqua bollente salata, senza privarle della loro buccia. Trascorsi i 30-40 minuti necessari rimuovi le patate dall’acqua e, facendo attenzione a non scottarti, sbucciale finchè sono ancora ben calde. A questo punto schiaccia le patate con un passaverdure per ottenere una polpa soffice. In una ciotola unisci la polpa delle patate alla farina setacciata, mescola velocemente e aggiungi l’uovo e un pizzico di sale, quindi impasta con le mani tutti gli ingredienti energicamente fino a ottenere un composto omogeneo e ben sodo. Adesso procedi formando dei filoncini con l’impasto ottenuto che andrai a tagliare in tocchetti. Per dare la classica forma rigata agli gnocchi puoi passarli uno alla volta sopra un rigagnocchi oppure, se non ce l’hai, ti basterà passarli delicatamente sopra i rebbi di una forchetta. Così facendo si formeranno le classiche scanalature tipiche degli gnocchi che sono perfette per raccogliere meglio la salsa. è importante riporre gli gnocchi man mano che li prepari su di un vassoio spolverato con della farina e ben distanziati. Al termine della preparazione coprili con un canovaccio e lasciali riposare per qualche minuto così che si compattino bene, dopo di che saranno pronti per essere tuffati nell’acqua bollente salata. Scola gli gnocchi appena vengono a galla e tuffali nella salsa che hai scelto per condire il tuo piatto.

Photo credit: Westend61 - Getty Images
Photo credit: Westend61 - Getty Images

Per questi gnocchi ti consigliamo un condimento molto semplice, un burro e parmigiano per esempio, che esalti il gusto particolare tipico delle patate viola e che permetta ai tuoi ospiti di ammirare la colorazione particolare. In alternativa, se preferisci qualcosa di più strong, puoi condirli con una fonduta di formaggi, pepe e una spolverata di noci.

Vellutata di patate viola e baccalà

Ingredienti:

  • 1 kg di patate viola

  • 200 ml di brodo vegetale

  • 500 gr di filetto di baccalà fresco

  • 1 spicchio di aglio

  • Pepe in grani

  • Olio extra vergine d’oliva

  • Sale q.b.

Preparazione:

Segui lo stesso procedimento che ti abbiamo mostrato per gli gnocchi fino a schiacciarle con il passaverdure per ottenere una polpa morbida. Nel frattempo, in una padella antiaderente, versa un po’ d’olio e fai rosolare lo spicchio d’aglio. Dopodichè aggiungi i filetti di baccalà, elimina l’aglio che nel frattempo avrà insaporito l’olio della padella e aggiungi una macinata di pepe fresco in grani quindi rosola dolcemente il baccalà finchè non si sarà dorato. In una pentola riscalda il brodo vegetale, aggiungi la polpa delle patate, un po’ di sale e un giro di olio extra vergine d’oliva. Mescola con cucchiaio, poi togli dal fuoco e utilizza le fruste elettriche per amalgamare bene la vellutata.

Photo credit: Enrique Díaz / 7cero - Getty Images
Photo credit: Enrique Díaz / 7cero - Getty Images

Adesso tutto è pronto per essere impiattato! In un piatto fondo versa la vellutata di patate viola e sopra di essa adagia i filetti di baccalà dorati. Il consiglio finale è di completare ciascun piatto con un altro giro di buon olio extravergine d’oliva, una spolverata di pepe macinato fresco e, perché no, dei crostini di pane croccanti per rendere il tutto ancora più sfizioso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli