Le polemiche sul jet privato usato da von der Leyen per percorrere 50 chilometri

·1 minuto per la lettura

AGI - La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, si è presentata alla Cop26 a Glasgow a bordo di un jet privato.

Una scelta che stride non poco con l'agenda green dell'Ue. Ma la polemica vera è un'altra e l'ha tirata fuori il quotidiano britannico The Telegraph: von der Leyen ha usato il jet privato 18 volte su 34 viaggi ufficiali fatti finora, di cui uno tra Vienna e Bratislava per una distanza, tra il decollo e l'atterraggio, di cinquanta chilometri.

"Un'ora di treno", fa notare il giornale britannico. Non è tutto. Nel 2020, ha preso un jet da Bruxelles a Londra per i negoziati commerciali della Brexit. Il ritorno l'ha fatto con l'Eurostar.

E ancora: un gruppo di commissari europei, guidato dalla presidente, si è avvalso del jet privato per la tratta tra Bruxelles e Strasburgo, sede del Parlamento europeo.

Nel suo tour per il Recovery fund ha preso il solito jet privato per un viaggio tra Lisbona e Madrid - circa 540 chilometri - prima di volare ad Atene.

Da Bruxelles fonti della Commissione si sono giustificati dicendo che quei viaggi "non erano fattibili con voli commerciali". 

La polemica però è difficile da spegnere. Il gruppo Id al Parlamento europeo, commentando la notizia del Telegraph, ha definito von der Leyen "il vero disastro climatico". 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli