Le previsioni meteo danno un piccolo fra i 130 centimetri della serata ed i 135 di mercoledì

·1 minuto per la lettura
Mose attivo, in serata attesi 130 cm a Venezia
Mose attivo, in serata attesi 130 cm a Venezia

È prevista l’acqua alta a Venezia e per ovviare all’eventualità è stato attivato il Mose fino alla giornata del 3 novembre. Le previsioni meteo infatti sono tutt’altro che buone sul fronte delle precipitazioni e danno un picco fra i 130 centimetri della serata di oggi, primo novembre ed i 135 di mercoledì.

Acqua alta, attivato il Mose: Venezia si prepara a tre giorni molto impegnativi

Per tre giorni consecutivi dunque il sistema di paratie sarà in funzione per proteggere la città da un’acqua alta che si annuncia su livelli molto al di sopra della media censita negli ultimi 20 mesi. E ovviamente il meteo generale modifica in senso peggiorativo i dati previsionali sulle maree.

Per stasera attesi 130 centimetri di acqua alta, dalla serata verrà attivato il Mose

Lo spiegano bene le previsioni del comune: per le 20.45 è atteso un picco di 130 centimetri, 5 in più di una stima precedente, con una marea quindi molto sostenuta, da codice arancione. Per questo le operazioni di sollevamento del Mose inizieranno intorno alle 18 ma già dal mattino di oggi le squadre sono in preallarme. Per domani, martedì 2 le previsioni indicano un abbassamento parziale dell’alta marea, sia pur con un picco serale intorno ai 110 e i 115 centimetri.

Attivato il Mose, l’acqua alta di mercoledì 3 potrebbe avvicinarsi al record dell’otto dicembre 2020

Sono attesi forti venti e la previsione del 2 potrebbe bloccare l’abbassamento delle cerniere. Perché? Perché l’8 dicembre del 2020 si decise di non sollevarle e la marea toccò il record di 138 centimetri. Per mercoledì 3 i livelli potrebbero addirittura avvicinarsi a quella cifra di un anno fa, toccando i 135 centimetri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli