Le prime code sul San Giorgio dopo la sua apertura

·2 minuto per la lettura
Ponte San Giorgio
Ponte San Giorgio

Il nuovo ponte San Giorgio di Genova è stato aperto e con esso sono iniziati i primi disagi, traffico compreso. Per la precisione, il nuovo ponte è stato aperto nella serata del 4 agosto poche ore dopo l’inaugurazione della struttura alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella in data 3 agosto. Da quello che è stato recentemente segnalato, sembra che le prime code siano state generate, tra le varie cause, anche da molti automobilisti che si sono fermati per fare delle foto.

Da menzionare, inoltre, i diversi tir incolonnati per il folto traffico tra Genova Aeroporto e il bivio tra A10 Genova – Ventimiglia e la A7 Genova – Milano. Risultano esserci code sul nodo genovese di 3 km in A7 tra Sampierdarena e il bivio con la A12 Genova – Livorno, a causa di lavori. In A10 si registrano, inoltre, code di 2 km al bivio tra A7 e A10 e Pegli (sempre causa lavori) e coda di 1 km tra Pegli e Genova Aeroporto.

Disagi sul San Giorgio: le prime code

Si registrano i primi disagi sul ponte San Giorgio poco dopo la sua apertura. Numerosi gli automobilisti che hanno generato traffico dopo essersi fermati per fare foto. Risultano esserci, inoltre, lavori in corso sul nodo genovese. A parte questo, il ponente e il levante della città di Genova sono stati di nuovo uniti. L’apertura del ponte è stato salutato dal suono dei clacson delle prime automobili giunte sul nuovo viadotto. Segno di vittoria da parte dei motociclisti.

Inaugurato il nuovo ponte a Genova

Come già detto, lo scorso 3 agosto è avvenuta l’inaugurazione del nuovo ponte di Genova. Sono stati letti i nomi delle 43 vittime nel corso della sciagura avvenuta il 14 agosto 2018, ovvero, il crollo del ponte Morandi. I nomi sono stati espressi sotto il tendone allestito in occasione dell’inaugurazione del nuovo ponte San Giorgio. Presente il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il premier Giuseppe Conte e il presidente del Senato Roberta Casellati.