5 ricette da provare ai tempi del #iorestoacasa

Nicoletta Moncalero
·8 minuto per la lettura

Più tempo a casa, e per molti la possibilità di trascorrerne di più in cucina, rispetto a quanto si era abituati prima. Per viverla in maniera più positiva possibile, il consiglio è quello di sperimentare, di osare. Di provare i piatti della tradizione che con preparazioni lunghe (ma non difficili) magari avevamo messo da parte in attesa di tempi migliori. Potrebbe valer la pena rispolverare un vecchio ricettario di famiglia, per tenersi un po’ vicini almeno gli affetti, oppure azzardare un piatto diverso, che sostituisca la cena fuori che per forza di cose abbiamo dovuto rimandare.

Tipo un ragù napoletano. Basta andare sul profilo instagram dello chef Antonino Cannavacciuolo per scoprirne tutti i segreti.

Lo chef Bruno Barbieri ha aperto le porte di casa sua, lo si vede in cucina, maglietta e grembiule a cucinare un risotto ha pubblicato due sue super ricette, di quelle che dice “si possono fare anche a casa”: spaghetti spezzati, cavolfiore e camomilla ma anche polentina verde allo sclopit.

Se le stelle però vi imbarazzano, potete anche ricorrere ai foodblogger più attivi. Si può iniziare da un buon tiramisù, come quello di Starsspoon, preparare i muffin per la colazione con Malabetta, oppure seguire #LeRicetteApocalittiche di Maurizio Rosazza Prin, ex Masterchef, oggi conosciuto come Maurizio Chissenefood. Ricette della tradizione altoatesina, buone non solo a Natale con Stefano Cavada (consiglio i Lauden), oppure ricette che sanno di viaggi, come quelle di A Gipsy in the Kitchen.

Oppure potete anche andare a caccia di corsi on line. La Cucina Italiana, per esempio, ha messo in campo una bella iniziativa per avvicinare ai fornelli anche chi non ha grandi abilità pregresse in cucina.

Qui, abbiamo pensato di cominciare dal pane, una ricetta indispensabile sopratutto se vi coglie una voglia improvvisa di carboidrati che non si accompagna con i tempi di lievitazione. Per preparare il soda bread ci vogliono circa 45 minuti da quando aprite il pacchetto della farina a quando spegnete il forno. È un pane di origine irlandese che utilizza il bicarbonato come agente lievitante. Poi però abbiamo cercato anche altro, qualcosa di più impegnativo, che necessita di maggior tempo di preparazione ma determina anche maggior entusiasmo. Quindi pasta ripiena fatta in casa, gnocchi (da fare anche con i bambini) al ragù di salsiccia. Poi ovviamente non potevano mancare un dolce al cioccolato ed un super sfizio alla meringa.

1. Il Soda Bread: ricetta di Zucchero e Sale

Zucchero e Sale (Photo: Zucchero e Sale)
Zucchero e Sale (Photo: Zucchero e Sale)

Ingredienti. 400 di farina 00, 400 ml di latticello (oppure 200 ml di latte e 200 ml di yogurt bianco oppure 400 ml di latte), un cucchiaino e mezzo di bicarbonato, un cucchiaino di sale.

Procedimento

In una ciotola setacciate la farina con il sale e il bicarbonato. Aggiungete il latticello e mescolate con un cucchiaio fino ad ottenere una palla. Aggiungete altra farina o liquido all’occorrenza.

L’impasto deve risultare abbastanza corposo, ma comunque più liquido rispetto ad un normale impasto di pane. Rivestite uno stampo da plumcake con carta forno e versatevi all’interno il composto. Praticate con un coltello o una forbice un paio di incisioni sulla superficie.

Infornate in forno caldo a 200° per 20 minuti. Abbassate il forno a 180° e proseguite per altri 10 minuti, coprendo con un foglio di alluminio se dovesse scurirsi in superficie.

2. Gnocchi di patate al ragù di salsiccia: ricetta di Juls’ Kitchen

(Photo: Juls Kitchen)
(Photo: Juls Kitchen)

Ingredienti.

Per gli gnocchi. 650 g di patate a pasta gialla, 1 uovo, 1 cucchiaino di sale, noce moscata grattata, 120 g di fecola di patate + quella per formare gli gnocchi.

Ingredienti per il ragù. 1 carota, ½ cipolla rossa,1 costa di sedano, 1 ciuffetto di prezzemolo, 2 cucchiai olio extra vergine di oliva, 4 salsicce fresche toscane per un totale di circa 400 g, ½ bicchiere di vino rosso, 400 g di passata di pomodoro, 1 tazza di acqua calda, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro.

Procedimento. Fate un battuto fine con tutti gli odori e le erbe aromatiche. Versate l’olio extra vergine di oliva in una pentola dal fondo spesso, aggiungete poi il battuto e fatelo dorare a fuoco basso per circa 10 minuti, mescolandolo spesso con un mestolo di legno. Aggiungete le salsicce spellate e sbriciolate e fatele cuocere finché non cominciano a sfrigolare, cercando di spezzettarle. Sfumate le salsicce con il vino rosso e fatelo ritirare a fuoco basso per circa 10 minuti, mescolando di tanto in tanto. Versate in pentola la passata di pomodoro e il concentrato sciolto nell’acqua calda. Continuate la cottura a fuoco basso per circa un’ora, facendo attenzione a che non si ritiri troppo. Per preparare gli gnocchi cuocete le patate intere in acqua bollente finché non saranno abbastanza morbide da poter essere bucate facilmente con un coltello. Passatele sotto l’acqua fredda e sbucciatele. Schiacciatele con uno schiacciapatate, mettetele su un piano di lavoro in legno e impastatele con l’uovo sbattuto, la fecola di patate, il sale e la noce moscata. Con l’aiuto di altra fecola di patate formate dei salsicciotti spessi circa un centimetro, poi tagliateli con un coltello a pezzetti. Cuoceteli in abbondante acqua salata bollente e quando vengono a galla scolateli e conditeli con il ragù di salsiccia e una spolverata di parmigiano grattato.

3. Agnolotti ripieni di patate e provola: ricetta di Sonia Peronaci

(Photo: Sonia Peronaci)
(Photo: Sonia Peronaci)

Ingredienti.


Per la pasta. 5 uova medie, 400 gr di farina 00
Per il ripieno. 330 gr patate lessate, 1 tuorlo, 100gr provola sminuzzata, 50 gr di pecorino
grattugiato, sale e pepe a piacere
Procedimento. Per fare la pasta fresca all’uovo, unisci la farina e le uova nella tazza della
planetaria munita di gancio e aziona per qualche minuto, fino ad ottenere un panetto corposo.
Trasferisci l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato, lavoralo a mano per formare un
panetto e avvolgilo nella pellicola trasparente per lasciarlo riposare in frigorifero.
Per la farcitura. In una ciotola capiente unisci patate lessate e ridotte in purea con il passaverdure,
il tuorlo e i formaggi. Mescola bene, condisci con sale e pepe e poni tutto in una sac-à-poche.
Togli dalla planetaria gancio e ciotola. Monta sulla planetaria l’accessorio sfogliatrice, agganciando
prima l’adattatore sull’accessorio e posizionandolo poi nell’apposito vano sul corpo della

planetaria. Poni l’impasto sul piano di lavoro e tagliane una fetta per lavorarla per prima, circa 120
g. Tieni l’impasto rimanente bello coperto con un canovaccio, per non far seccare la superficie.
Aziona la planetaria a velocità 1 e imposta lo spessore massimo utilizzando l’apposito comando
manuale sulla sfogliatrice. Appiattisci leggermente la porzione di pasta, quindi ponila nel rullo della
sfogliatrice. Passala due volte. Imposta ora prima di ogni sfoglia uno spessore sempre inferiore.
Piega la sfoglia a libro e infarinala leggermente da entrambi i lati. Stendila di nuovo. Procedi così
fino allo spessore minimo dell’accessorio sfogliatrice ovvero il 9. Consiglio di tagliare la sfoglia a
metà della lunghezza quando arrivi allo spessore 5, perché la sua lunghezza potrebbe diventare
ingestibile.
Per fare gli agnolotti, innanzitutto spennella tutta la superficie della sfoglia con l’uovo sbattuto.
Taglia la punta della sac à poche e spremi l’impasto ininterrottamente lungo un lato della sfoglia.
Arrotola ora la farcitura e la pasta, facendo due o tre giri a formare così un salsicciotto ripieno.
Ogni 3 cm, premi le dita sul salsicciotto per formare ogni agnolotto. Con la rotella taglia pasta
elimina la sfoglia in eccesso e separa ogni agnolotto con un taglio deciso e netto. Infarinali
leggermente, tienili da parte e procedi con tutto l’impasto. I tuoi agnolotti ripieni di patate, provola e
pecorino sono pronti.

4. Il Fondant: ricetta di Brontolo in Pentola

(Photo: Brontolo in pentola)
(Photo: Brontolo in pentola)

Ingredienti. 300 g Cioccolato fondente 70%, 250 g burro, 4 uova, 200 g zucchero semolato, 30 g farina 00.

Procedimento. Fare fondere il cioccolato a bagnomaria ed aggiungere il burro tagliato a cubetti. Mescolare bene e lasciare intiepidire. Incorporare lo zucchero mescolandolo al composto di cioccolato e burro. Sbattere le uova insieme alla farina setacciata fino ad ottenere un composto chiaro. Incorporare le uova sbattute al cioccolato mescolando con una spatola. Distribuire il composto in uno stampo da 25 cm di diametro, imburrato e foderato con della carta forno.
Versare dell’acqua in una teglia grande abbastanza da poter contenere lo stampo con il composto da cuocere. Fare cuocere il fondant a bagnomaria, nel forno già caldo a 210 gradi C per circa 35 minuti. Togliere dal forno e farlo raffreddare.

5. Meringhe al limone e mandorle di Un Biscotto al Giorno

(Photo: Monica Papagna)
(Photo: Monica Papagna)

Ingredienti. 250 g di albumi, 500 g di zucchero, la scorza di 1 limone non trattato,100 g di mandorle in scaglie tostate .

Procedimento. Montate gli albumi a neve. Aggiungete delicatamente lo zucchero mescolando senza smontare gli albumi. Unite anche le mandorle e la buccia del limone grattugiata. Mettete il composto a cucchiaiate su una teglia coperta di carta forno (potete anche usare un sac à poche). Infornate a 100° per 2 ore. Spegnete il forno e lasciate raffreddare le meringhe all’interno del forno.

Conservatele nelle scatole di latte evitando di metterle a contatto con altri biscotti perché diventerebbero subito molli. Possono durare anche 15 giorni.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.