Le ‘sardine nere’ invadono Napoli per protesta contro Lamorgese e Salvini

sardine nere napoli

Non solo Sardine contro Matteo Salvini: a Napoli hanno debuttato oltre 200 sardine nere per chiedere un’accelerazione dei tempi per la protezione internazionale. Inoltre, i manifestanti riuniti nel corteo che da piazza Garibaldi ha raggiunto la Questura hanno chiesto il rilascio più rapido dei permessi di soggiorno. La loro protesta, da quanto si apprende, è contro l’ex ministro Matteo Salvini, ma anche l’attuale inquilina del Viminale, Luciana Lamorgese.

Napoli, il corteo delle sardine nere

“Cambiano i governi e ministri dell’Interno, ma non cambiano le politiche contro i migranti, i rifugiati e le fasce più deboli della popolazione“. Sono queste le premesse con le quali le oltre 200 sardine nere hanno invaso la città di Napoli. Da Piazza Garibaldi alla Questura, i manifestanti hanno sfilato contro il ministro degli Interni Luciana Lamorgese e l’ex ministro Matteo Salvini.

Il Movimento Migranti e Rifugiati Napoli e l’Ex-Opg Je so’ Pazzo denunciano: “Le nostre vite non possono più aspettare. Scendiamo in piazza per richiedere l’immediata abrogazione dei decreti sicurezza e contro le procedure dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Napoli”. Infatti, come hanno chiarito alcuni manifestanti, avere il permesso di soggiorno “significa poter accedere al sistema sanitario, all’istruzione, al riconoscimento dei figli”. Significa, inoltre, “poter contrattare un giusto salario sul posto di lavoro e una possibilità in più per ribellarsi allo sfruttamento, significa potersi spostare liberamente sul territorio, significa avere l’opportunità di condurre una vita dignitosa e non essere condannati a vivere come fantasmi nei ghetti delle nostre città”.

Chi sono?

Le 200 sardine nere comprendevano persone del Movimento Migranti e Rifugiati di Napoli. Dalla pagina Facebook degli organizzatori dell’evento si legge: le sardine nere “sono tutte quelle sardine che non sono potute scendere nelle piazze italiane di queste ultime settimane, perché considerate diverse dalle altre Sardine“.