Le sardine sbarcano a Genova: folla anti Salvini in piazza De Ferrari

sardine-genova

Prove di sconfinamento fuori dall’Emilia Romagna per il popolo delle sardine, che nella serata del 28 novembre si è riunito a Genova per protestare contro il leader della Lega Matteo Salvini. Partita alle ore 18 nella centralissima piazza De Ferrari, la manifestazione ha visto l’adesione di migliaia di persone analogamente alle ultime tappe avvenute a Parma e a Reggio Emilia. Pur trattandosi di un appuntamento non ufficiale, il raduno è stato comunque approvato dalla direzione genovese delle sardine.

Sardine a Genova contro Salvini

Così come le altre manifestazioni tenutesi nelle scorse settimane, anche quella di Genova non è esplicitamente schierata con nessun partito. Sulla pagina social dell’evento gli stessi organizzatori sottolineano proprio la spontaneità della partecipazione popolare al raduno, libera da ogni vincolo politico: “Dopo Bologna e Firenze, anche a Genova una piazza di sardine! Per contarci e chiedere con forza un paese più umano e solidale, per dire che siamo contro l’odio e le divisioni, che non si costruisce il consenso sulla paura e sulla manipolazione”.

Ai microfoni dei giornalisti uno degli organizzatori, l’educatore 55enne Roberto Revelli, dichiara come uno dei punti cardine del movimento sia la coerenza e l’andare avanti uniti; proprio come le sardine: “Siamo sardine proprio perché i banchi di questo pesce sanno compattarsi fino a formare una grande palla quando si trovano davanti i predatori, è l’unione che fa la forza.

Il Friday for Future di venerdì 29

Il raduno delle sardine del 28 novembre arriva esattamente il giorno prima del Friday for Future che si terrà domani pomeriggio a Genova. Verso le ore 14:30 infatti, alcuni docenti dell’università cittadina terranno una conferenza sui rapporti tra consumismo e cambiamento climatico nella sala Quadrivium, contestualmente al presidio pubblico in piazza Matteotti a favore della sostenibilità ambientale.