Le situazioni peggiori a Salerno, Benevento ed Avellino.

·2 minuto per la lettura
covid campania positivi 100mila abitanti
covid campania positivi 100mila abitanti

In Campania si registra un triste primato covid nazionale, sono infatti 1649 i positivi ogni 100mila abitanti. È questo il preoccupante numero fornito dal monitoraggio della Fondazione Gimbe che ha aggiornato le tabelle del coronavirus in data 30 marzo. Dietro la Campania per incidenza troviamo l’Emilia Romagna con 1637 casi ogni 100mila abitanti e il Friuli Venezia Giulia con 1274. La Regione guidata da Vincenzo De Luca è invece seconda in Italia se si guarda al numero complessivo di nuovi infetti da coronavirus nei 7 giorni appena trascorsi: 94205, vale a dire 3843 in meno rispetto ad una settimana fa. Davanti c’è la Lombardia con 96522 nuovi casi, mentre subito dopo l’Emilia Romagna con 73080 positivi. In base a questi dati, la Fondazione Gimbe evidenzia come l’incremento percentuale di casi di contagio in Campania sia del 4,1% negli ultimi 14 giorni, 17 – 30 marzo, con un incidenza di 476 positivi su 100mila abitanti.

Covid Campania, i positivi ogni 100mila abitanti

I dati raccolti dalla Fondazione Gimbe permettono di realizzare un grafico in cui l’asse orizzontale indica l’incidenza su 100mila abitanti nelle ultime 2 settimane e, in base a questo valore, è possibile stimare quanti positivi ci sono stati in un dato periodo e quanto il contagio possa continuare a trasmettersi. Sull’asse verticale del grafico c’è invece l’incremento percentuale dei casi nell’ultima settimana che indica il tasso di velocità dei contagi.

Sfruttando il grafico con specifico riferimento alle province della Campania, si evince che Napoli torna nel cosiddetto riquadro rosso (livello massimo) insieme Salerno, la provincia con maggiore numero di nuovi casi su 100mila abitanti e con un incremento di casi maggiore rispetto alla media nazionale. Subito dietro, in zona arancione, troviamo Benevento e Avellino in quanto i casi positivi nel periodo preso ad esame sono di meno rispetto alla media regionale anche se l’incremento è superiore alla media dell’intera Campania. In fascia verde, cioè con un incremento dei casi su 100mila abitanti inferiore rispetto alla media nazionale, troviamo invece Caserta.