In Giappone il tifone Nanmadol ha ucciso 4 persone

European Union, Copernicus Sentinel-3 imagery

AGI - Due persone sono morte e altre due sono state trovate "senza segni vitali" dopo che il tifone Nanmadol ha colpito il Giappone durante nel fine settimana. Lo ha confermato un portavoce del governo nipponnico.

L'ondata di maltempo ha colpito la città Sud-occidentale di Kagoshima domenica sera con forti piogge nella regione di Kyushu prima di spostarsi lungo la costa occidentale. Nella giornata di oggi, martedì, il tifone è stato declassato a ciclone extratropicale mentre attraversava la costa Nord-orientale e si dirigeva verso il mare.

Il portavoce del governo, Hirozaku Matsuno, ha detto che altre due persone sono state trovate "senza segni vitali", un termine spesso usato in Giappone prima che una morte sia stata ufficialmente certificata da un medico legale. Una quinta persona è data per dispersa, mentre sono almeno 114 le persone sono rimaste ferite, 14 delle quali in modo grave.

Sono oltre 9,6 milioni gli evacuati.

Nel dipartimento di Miyazaki in alcune aree nelle prime 24 ore è caduto lo stesso quantitativo di acqua rispetto alla pioggia dell'intero mese di settembre. Nanmadol si è manifestato lunedìsul Sud-Ovest dell'arcipelago con venti fino a 234 km orari e forti piogge che hanno sradicato alberi, fatto straripare fiumi e rotto vetri di finestre di numerosi edifici. Si è poi spostato in direzione di Tokyo e del Nord-Nord-Est del Paese asiatico.

Per gli esperti, data l'intensità del tifone che ha colpito la costa sud-occidentale con raffiche che hanno raggiunto i 234 km/h, i danni sembrano finora relativamente contenuti. Centinaia di voli sono stati cancellati e anche i servizi ferroviari nelle regioni colpite sono stati interrotti a causa del tempo.

"Anche una piccola quantità di pioggia aggiuntiva potrebbe causare l'innalzamento del livello dell'acqua, quindi state attenti a inondazioni e frane” ha dichiarato il ministro della Terra Sadakazu Tanigaki. Per il maltempo in patria, il primo ministro Fumio Kishida ha deciso di posticipare di un giorno il suo viaggio all'Onu per partecipare all'Assemblea generale a New York.

La stagione dei tifoni

In Giappone la stagione dei tifoni raggiunge il picco da agosto a settembre, dove in generale è caratterizzata da forti piogge che possono causare inondazioni improvvise e smottamenti mortali. Nel 2019, il tifone Hagibis ha colpito l'arcipelago durante la Coppa del mondo di rugby, uccidendo più di 100 persone. Un anno prima, il tifone Jebi aveva chiuso l'aeroporto di Kansai a Osaka, uccidendo 14 persone.

E nel 2018, inondazioni e smottamenti hanno causato la morte più di 200 persone nel Giappone occidentale durante la stagione delle piogge. Gli esperti ritengono che il cambiamento climatico stia aumentando l'intensità delle tempeste e degli eventi meteorologici estremi.