Le star della musica piangono Kobe nel tempio dei Grammy

Rita Lofano

La morte di Kobe Bryant ha pervaso di tristezza la grande notte della musica, la cerimonia di consegna dei Grammy Award che si celebra nello Staples Center, dove la leggenda del basket ha giocato per 20 anni con i Los Angeles Lakers. "Come molti di voi sanno, abbiamo perso Kobe Bryant in un tragico incidente in elicottero. Poiché questa è casa sua, vi chiedo di unirvi a me in un minuto di silenzio", ha detto il Ceo ad interim dei Grammy, Harvey Mason. Alicia Keys e Boyz II Men hanno cantato per Bryant una versione a cappella del brano "It is so hard to say goodbye to yesterday".


"Eccoci nella notte più importante della musica per celebrare gli artisti che hanno dato il meglio, ma per essere onesti stiamo tutti provando una grande amarezza", ha detto la madrina della serata Alicia Keys, sottolineando come l'America e il mondo intero abbiamo perso "un eroe". "Questa notte è per Kobe" ha affermato la cantante Lizzo, tra le trionfatrici ai Grammy, dedicandogli "Truth hurts" and "Cuz I love you".

Tra i vincitori delle 62esima edizione dei premi della musica anche Lady Gaga e Bradley Cooper per "A star is Born" nella categoria "Best Compilation Soundtrack for Visual Media". Nella categoria "Best Song Written for Visual Media", un altro riconoscimento è andato a Lady Gaga per il brano "I'll never love again".

Beyonce ha vinto nella categoria "Best Music Film" per "Homecoming". Il premio per "Best Rap Performance" è stato assegnato postumo a Nipsey Hussle per "Rocks in the Middle". Premiata anche l'ex first lady Michelle Obama per la sua autobiografia in versione audiolibro "Becoming".

Pur in un'atmosfera malinconica, hanno brillato le mise scintillanti e sexy, senza spalline. Il bianco è stato il colore più gettonato dalle star. In bianco Versace la 31enne Lizzo che fino a questo momento si è aggiudicata tre Grammy. Mise bianca anche per Gwen Stefani firmata da Dolce e Gabbana.