"Sex and the City": le attrici protagoniste si schierano contro Chris Noth

·1 minuto per la lettura
(Photo by Ethan Miller/Getty Images)
(Photo by Ethan Miller/Getty Images)

Le star di "Sex And The City", Sarah Jessica Parker, Cynthia Nixon e Kristin Davis, si sono dette "profondamente rattristate" dalle accuse di aggressione sessuale mosse nei confronti del co-protagonista Chris Noth. Due donne hanno infatti accusato di violenza sessuale il Mr Big della serie tv.

Tre delle quattro protagoniste della serie, attualmente su Netflix con il reboot "And Just Like That", hanno deciso di rispondere alla accuse mosse contro l’attore postando un comunicato stampa sui social.

Sosteniamo le donne che si sono fatte avanti e hanno condiviso le loro dolorose esperienze”, hanno fatto sapere Cynthia Nixon (Miranda nella serie), Kristin Davis (Charlotte) e Sarah Jessica Parker (Carrie). "Sappiamo che deve essere una cosa molto difficile da fare e le elogiamo per questo".

La dichiarazione è arrivata dopo che Universal Television e CBS hanno dichiarato che Noth non sarebbe più apparso nella serie "The Equalizer".

GUARDA ANCHE: Sex and the City: "Kim Cattrall voleva essere pagata come SJP"

Le due presunte vittime hanno raccontato all'Hollywood Reporter di essere state violentate rispettivamente nel 2004 e nel 2015, quando entrambe avevano circa vent'anni. Hanno deciso di denunciare l’accaduto dopo che lo spin-off di "Sex And The City" ha riacceso in loro i ricordi di ciò che avevano subito.

Gli incontri sono stati consensuali. Non posso sapere per certo perché queste accuse escono adesso, ma una cosa è certa: non ho aggredito queste donne", si è difeso Noth in una nota inviata all'Hollywood Reporter.

GUARDA ANCHE: "And Just like that", il trailer: Sex and the City 20 anni dopo

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli