Le strategie per vincere alla roulette

roulette
roulette

Nel corso dei secoli il gioco d’azzardo si è diffuso a macchia d’olio, con i giochi dei casinò entrati a far parte della cultura collettiva, venendo rappresentati anche nei film. Ovviamente i moltissimi giocatori che hanno avuto il piacere di divertirsi con questo tipo di intrattenimento sono riusciti a creare una serie di tecniche per poter vincere. Un esempio è sicuramente la roulette, gioco che consiste nel lanciare la pallina su un piatto numerato che gira e la persona dovrà indovinare dove si fermerà. Si capisce da questa descrizione come si tratti un divertimento molto basato sulla sorte, ma un pizzico di statistica e tattica non guasta mai. Sono tantissime le tattiche pensate, oltre al famosissimo metodo labouchere. Di seguito elenchiamo tre sistemi utilizzati dai professionisti per battere gli avversari e aggiudicarsi il montepremi.

Il sistema Guetting

Sicuramente il sistema Guetting è tra le strategie più amate dai giocatori. Venne ideato da Charles Guetting, matematico arricchitosi proprio con la roulette a Monte Carlo. Prima di entrare nello specifico del metodo, il suo obiettivo è quello di andare a massimizzare le vincite e di andare a ridurre drasticamente le perdite. Precisiamo che si tratta di un metodo che non possono usare tutti, in quanto bisogna avere un bankroll ed è bisogno di avere di un ottimo capitale da impiegare per le puntate.

Si punta in maniera progressiva, con puntate sempre più alte quando c’è una serie vincente. Ci sono quattro livelli: il primo ha un solo stage, il resto sono suddivisi in tre stage.

Quando si ottiene una vincita con il sistema Guetting, la regola dice che si deve puntare due volte sullo stesso livello prima di andare a quello successivo. In caso di perdita si torna allo stage del livello precedente. Il giocatore deve riuscire ad arrivare all’ultimo stage del quarto livello senza intoppi. Come in ogni giocata conviene fermarsi in caso di vincita e non rischiare di perdere tutto. Per attuare al meglio questo metodo bisogna puntare sul rosso e sul nero, pari e dispari, alto o basso, così da avere più probabilità di vincita.

Se incappi in una serie di perdente troppo lunga, smetti di giocare, anche dopo due sconfitte.

Il sistema dello specchio

Se il sistema Guetting non fa per voi, potete provare il sistema dello specchio. Si tratta di un metodo molto semplice da attuare e che riesce a dare moltissime soddisfazioni. Per attuarlo bisogna prendere nota dei numeri usciti e poi puntare. Proviamo a fare un esempio per capire: le uscite precedenti sono un rosso, due neri, tre rossi e un nero. Il sistema a specchio quindi prevede un nero, tre rossi, due neri e un rosso. Le puntate devono seguire il metodo del raddoppio e dopo una vincita alta si inverte il colore.

Il sistema degli orfanelli

Infine c’è quello degli orfanelli, ovvero un gruppo di otto numeri distribuiti con cinque a sinistra e tre a destra. Andando in senso orario, quindi da destra verso sinistra troviamo il 20, il 14, il 9, il 17, il 34 e il 6. Nella fase di puntata mettiamo qualcuno sui 6/9, 14/17, 17/20, 31/34 e sul numero 1. Facendo così avremo 5 puntate e guadagneremmo dalle tredici totali.