Lea Michele sotto accusa: ha lanciato una scarpa a un’assistente sul set

·1 minuto per la lettura

Il carattere da diva di Lea Michele è finito nuovamente al centro delle polemiche.

A parlare degli eccessi dell’attrice è stavolta un ex redattrice di Elle Australia, che nel suo libro “SEMI-GLOSS: Magazines, Motherhood and Misadventures”, condanna la 34enne per i suoi comportamenti controversi, accusandola addirittura di aver lanciato una scarpa a un’assistente.

Justine Cullen ricorda di aver lavorato con la «sgradevole» ex star di “Glee” per un servizio fotografico di copertina del dicembre 2013, e spiega che uno dei suoi «violenti sfoghi sul set» lasciò la sua assistente in lacrime.

In un estratto pubblicato da News.com.au, Cullen scrive che le superstar internazionali sono sempre state «immancabilmente professionali», ma che a volte, nomi meno famosi possono dare del filo da torcere.

«Tuttavia, ce ne sono alcuni che ti sorprendono sempre. Come Lea Michele di “Glee”, che in uno dei tanti “momenti” sul set ha tirato una scarpa alla mia fashion director e l'ha fatta piangere. È stata... sgradevole».

La Michele non ha ancora risposto ma, a seguito di un'ondata di accuse mosse da molti colleghi, l'anno scorso si è scusata per il suo cattivo comportamento passato.

Le accuse contro di lei includono crudeltà e discriminazione razziale, supportate da dichiarazioni di alcuni castmate di “Glee”, come Samantha Ware, Heather Morris e Amber Riley.

In una dichiarazione di scuse ufficiale all'epoca, Lea disse: «Mi scuso per il mio comportamento e per il dolore che ho causato. Tutti possiamo crescere e cambiare e ho sicuramente usato questi ultimi mesi per riflettere sulle mie mancanze».