I leader mondiali sperano in più cooperazione con Biden

·7 minuto per la lettura

AGI - Molti leader di tutto il mondo si sono congratulati con Joe Biden, eletto presidente degli Stati Uniti, voltando pagina su Donald Trump e invitando il nuovo leader a intraprendere un'azione congiunta di fronte alle sfide globali. Ancora silenzio, invece, dal presidente russo Vladimir Putin e dal presidente cine Xi Jinping.

Unione Europea

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il presidente del Consiglio europeo Charles Michel si sono congratulati con Joe Biden, sottolineando la volontà dell'UE di ricostruire una "forte partnership" con gli Stati Uniti dopo un rapporto conflittuale sotto il mandato di Donald Trump. "L'UE è pronta a impegnarsi in un forte partenariato transatlantico. Covid-19, il multilateralismo, il clima e il commercio internazionale sono sfide che dobbiamo affrontare insieme", ha twittato Charles Michel.

Francia

Il Presidente francese Emmanuel Macron lo ha invitato ad agire "insieme" per "affrontare le sfide di oggi". "Abbiamo molto da fare per affrontare le sfide di oggi. Agiamo insieme", ha scritto su Twitter.

Germania

"La nostra amicizia transatlantica è insostituibile se vogliamo superare le grandi sfide del nostro tempo", ha detto il cancelliere tedesco Angela Merkel, che aveva un rapporto delicato con Donald Trump, citata in un tweet dal portavoce del governo.

Gran Bretagna

"Non vedo l'ora di lavorare a stretto contatto sulle nostre priorità comuni, dal cambiamento climatico al commercio e alla difesa", afferma il premier britannico Boris Johnson, congratulandosi con Biden e Harris per un "risultato storico".

Irlanda

"Joe Biden è stato un vero amico di questa nazione per tutta la vita e non vedo l'ora di lavorare con lui negli anni a venire", ha twittato il primo ministro irlandese Micheal Martin.

Grecia

"Joe Biden è stato un vero amico della Grecia e sono sicuro che sotto la sua presidenza le relazioni tra i nostri Paesi si rafforzeranno ulteriormente", ha twittato il primo ministro Kyriakos Mitsotakis.

Spagna

"Non vediamo l'ora di collaborare con voi per affrontare le sfide che ci attendono", ha twittato il primo ministro Pedro Sanchez.

Ungheria

Il premier ungherese Viktor Orban, in una lettera a Biden trasmessa all'agenzia MTI, si è "congratulato con lui per il successo della campagna presidenziale" e ha augurato al settantasettenne presidente eletto "successo" e "buona salute".

Slovenia

Quattro giorni dopo essersi prematuramente congratulato con Donald Trump per la sua vittoria, il primo ministro sloveno Janez Jansa dice di sperare in "rapporti amichevoli" con la prossima amministrazione statunitense, qualunque essa sia. "Gli Stati Uniti sono un partner strategico per noi", ha twittato il capo del governo del Paese di origine della First Lady Melania Trump uscente. (

NATO

Il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg si è congratulato con Joe Biden per la sua elezione, lodandolo come "un forte sostenitore dell'Alleanza" e dicendo che "non vedeva l'ora di lavorare" con lui, dicendo che "una NATO robusta è un bene sia per il Nord America che per l'Europa".

Russia

Il principale oppositore russo Alexei Navalny si è congratulato con Joe Biden, Kamala Harris e gli americani per "aver scelto una nuova direzione in un'elezione libera e corretta". "Questo è un privilegio che non è concesso in tutti i paesi", ha detto Navalny. Il Cremlino non ha ancora commentato il voto.

Bielorussia

La leader dell'opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya (rifugiata in Lituania) ha salutato "un Paese con una democrazia funzionante", in un messaggio su Telegram.
"C'è stata una vera e propria competizione di idee, programmi e squadre, a differenza della Bielorussia, dove i voti alle elezioni vengono semplicemente rubati, mentre negli Stati Uniti si tiene conto di ogni voto degli elettori".

Turchia

"Dal punto di vista della Turchia, cambierà qualcosa? No, non cambierà", ha detto il vicepresidente turco Fuat Oktay in un'intervista a Kanal 7, aggiungendo che "una buona comunicazione" tra Trump e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha aiutato gli alleati della NATO a risolvere problemi "molto seri". 

Israele

"Joe, ci conosciamo da quasi 40 anni, abbiamo un rapporto caloroso, e so che sei un grande amico di Israele. Spero di poter approfondire ulteriormente con voi due l'alleanza speciale tra Stati Uniti e Israele", ha scritto su Twitter il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Autorità Palestinese

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha espresso il suo "desiderio di lavorare con il presidente eletto Joe Biden e la sua amministrazione per rafforzare le relazioni al fine di garantire la libertà, l'indipendenza, la giustizia e la dignità del popolo palestinese".

Iran

L'elezione di Joe Biden è "un'opportunità per gli Stati Uniti di rimediare agli errori del passato e di tornare sulla via dell'adesione agli impegni internazionali e del rispetto del diritto internazionale", ha detto il presidente iraniano Hassan Rohani in una dichiarazione ufficiale.

Iraq

Il presidente Barham Saleh ha esteso le sue "calorose congratulazioni" al signor Biden, descrivendolo come "un amico e un partner fidato nella costruzione di un Iraq migliore". Non vediamo l'ora di lavorare per raggiungere i nostri obiettivi comuni e rafforzare la pace e la stabilità in tutto il Medio Oriente.

Egitto

Il presidente Abdel Fattah al-Sisi ha dichiarato che l'Egitto, il Paese arabo più popoloso, spera di "rafforzare le relazioni bilaterali strategiche tra l'Egitto e gli Stati Uniti a beneficio sia dei Paesi che dei popoli". 

Afghanistan

"L'Afghanistan non vede l'ora di continuare e approfondire la sua partnership strategica multidimensionale con gli Stati Uniti - il nostro partner fondatore - incluso l'antiterrorismo e il portare la pace in Afghanistan", ha twittato il presidente Ashraf Ghani, mentre Donald Trump ha firmato un accordo con i Talebani, approvando il ritiro delle truppe statunitensi, che molti considerano troppo rapido. I Talebani hanno detto oggi che si aspettano che la prossima amministrazione Biden rispetti questo accordo. "Abbiamo firmato un accordo con il governo degli Stati Uniti, non con una sola persona", ha detto Mohammad Naeem, portavoce del gruppo.

India

Il primo ministro indiano Narendra Modi si è congratulato con Joe Biden, rilevando anche che l'elezione del suo compagno di corsa Kamala Harris, la cui madre è indiana, è stata fonte di "immenso orgoglio".

Cuba

Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel domenica ha salutato la "nuova direzione" degli Stati Uniti, sperando in un rapporto "costruttivo e rispettoso" con Washington. "Il popolo americano ha scelto un nuovo corso. Crediamo nella possibilità di un rapporto bilaterale costruttivo che rispetti le nostre differenze", ha twittato. 

Canada

Il primo ministro canadese, Justin Trudeau, "non vede l'ora di lavorare con il presidente eletto Biden, il vice presidente eletto Harris, la loro amministrazione e il Congresso degli Stati Uniti per affrontare insieme le più grandi sfide del mondo".

Australia

"L'Alleanza Australia-Stati Uniti è profonda e duratura, e si basa su valori condivisi. Non vedo l'ora di lavorare a stretto contatto con voi di fronte alle numerose sfide del mondo", ha dichiarato il Primo Ministro australiano Scott Morrison su Twitter.

Nuova Zelanda

"Con tanti problemi che la comunità internazionale deve affrontare, siamo d'accordo con il vostro messaggio di unità. La Nuova Zelanda non vede l'ora di lavorare con entrambi", ha detto la premier neozelandese Jacinda Ardern al Biden e ad Harris in un tweet.

Venezuela

"Mi congratulo con il Presidente eletto Joe Biden e il Vice Presidente Kamala Harris per la loro vittoria. Il Venezuela (...) sarà sempre pronto al dialogo e alla buona comprensione con il popolo e il governo degli Stati Uniti", ha twittato il presidente socialista venezuelano Nicolas Maduro. Caracas ha interrotto le relazioni diplomatiche con Washington nel 2019 dopo che l'amministrazione Trump ha riconosciuto il leader dell'opposizione Juan Guaidò come presidente ad interim del Venezuela. Anche Guaidò si è anche congratulato con Biden: "Lavoreremo insieme per garantire il ripristino della democrazia, della libertà e dei diritti umani per il popolo venezuelano".

Giappone

"Congratulazioni a Joe Biden e Kamala Harris. Non vedo l'ora di lavorare con voi per rafforzare ulteriormente l'alleanza tra Giappone e Stati Uniti e garantire pace, libertà e prosperità nella regione indopacifica e oltre", ha twittato il primo ministro giapponese Yoshihide Suga.