Lecce, interrotto rave party con 350 persone

·1 minuto per la lettura

Un rave party non autorizzato è stato scoperto e interrotto dalle forze dell’ordine questa mattina in località ‘San Cataldo’, nelle campagne vicino Lecce, non lontano dal mare. La questura di Lecce con servizio di ordine pubblico predisposto è intervenuta per allontanare i partecipanti. Nei servizi sono stati impiegati equipaggi della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di Lecce che nonostante i servizi istituzionali già previsti hanno comunque fatto fronte alla nuova situazione. Sul posto sono state identificate 350 persone, sono stati controllati 40 veicoli e identificati gli organizzatori a cura della Squadra Mobile e della Digos.

Tutte le operazioni sono state videoriprese da personale della Polizia Scientifica di Lecce. I giovani partecipanti al rave erano giunti nella serata di ieri anche da altre province, in particolare da quelle limitrofe. La viabilità della zona è stata curata dalla polizia locale di Lecce che con un equipaggio ha evitato difficoltà nel traffico di affluenza alle spiagge mentre le operazioni di sgombero erano in corso. Il proprietario della masseria dove i giovani si erano riuniti potrebbe essere identificato nelle prossime ore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli