Lecce, nonno abusa nipotine: dopo averlo ammesso chiede di essere allontanato da loro

nonno abusa nipotine
nonno abusa nipotine

Un uomo di 76 anni ha ammesso di aver molestato in varie occasioni le sue due nipotine. La prima dal 2017 al 2019 mentre la seconda in tempi più recenti. L’uomo ha chiesto che venga disposto nei suoi confronti un divieto di avvicinamento alle bambine.

La confessione è stata formalizzata nell’aula della Procura di Lecce nel pomeriggio di ieri, 10 novembre. L’anziano aveva già spedito una lettera auto accusatoria all’avvocato Paolo Spalluto lo scorso 19 ottobre.

L’uomo aveva chiesto al legale di disporre nei suoi riguardi una misura cautelare del divieto di avvicinamento in modo da diminuire il rischio di violenze future sulle due bambine.

Nonno abusa nipotine: le indagini

Le indagini sono iniziate molto prima della lettera spedita all’avvocato. Le due bambine, infatti, avevano raccontato degli abusi subiti a una delle maestre della scuola dell’infanzia che frequentavano e successivamente ad una psicologa.

Il referto della specialista è stato consegnato ai carabinieri e alla sostituta procuratrice Erika Masetti che ha dato inizio all’inchiesta. È stata avanzata anche un’istanza di incidente probatorio finalizzato a valutare tramite perizia psichiatrica la capacità di testimoniare delle bambine.

Il nonno 76enne aveva chiesto di essere ascoltato dal suo avvocato perché, a suo dire, era tormentato dai sensi di colpa. L’uomo ha ammesso le colpe e si è scusato con i genitori delle bambine per aver tradito la loro fiducia.

Durante il confronto con la pm, l’uomo ha chiesto di essere sottoposto ad un divieto di avvicinamento. Non si può escludere che il giudice sceglierà che il 76enne venga mandato in carcere.

LEGGI ANCHE: