Lecce, prende a bastonate un parente per l'eredità

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Ha preso a bastonate un parente per questioni di eredità, provocandogli lesioni giudicate guaribili in trenta giorni. Un settantenne di Cavallino, in provincia di Lecce, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di atti persecutori, violenza privata e lesioni personali, insieme con un complice, un familiare di 27 anni.

Gli arresti sono scattati dopo che, secondo la ricostruzione degli investigatori, lo scorso 21 luglio l'uomo e il ragazzo hanno aggredito la vittima, un settantunenne, con un bastone, facendolo finire in ospedale. Grazie alle testimonianze di alcune persone che hanno assisto alla scena, i carabinieri hanno identificato gli autori dell'aggressione e ricostruito la storia: l'aggressione sarebbe avvenuta per problemi legati a questioni ereditarie.