Lecce, sequestrati oltre 15 quintali di fuochi di artificio

Red/Sav

Roma, 30 dic. (askanews) - Nel corso dei controlli contro la vendita abusiva di fuochi d'artificio e giochi pirici pericolosi, i finanzieri di Otranto (Lecce) hanno individuato un 40enne della provincia che deteneva abusivamente presso il garage e presso la propria abitazione 1.572,90 kg di materiale esplodente delle categorie 1 (f1) e categoria 2 (f2), oltre a numerosi componenti professionali per il confezionamento abusivo di giochi pirotecnici.

Sul posto è intervenuta, in ausilio, una pattuglia di artificieri del Comando Provinciale dei Carabinieri di Lecce.

Il materiale esplodente, di diversa qualità e manifattura, data l'elevata massa attiva, aveva un alto potere deflagrante tale da poter provocare, in caso di innesco accidentale, notevoli danni al fabbricato e alle abitazioni circostanti. Durante le fasi del rinvenimento, il proprietario dei locali non è stato in grado di esibire alcuna documentazione che ne giustificasse la liceità dell'acquisto ed anzi, nel corso delle operazioni i militari hanno accertato che il materiale rinvenuto violava le norme sulla sicurezza e sulla pubblica incolumità.

L'uomo pertanto è stato denunciato per detenzione e fabbricazione abusiva di prodotti esplodenti.