L'Economist incorona Mario Draghi: L'Italia è il paese dell'anno

·1 minuto per la lettura
Italian Prime Minister Mario Draghi attends a news conference at a virtual G20 summit on the global health crisis, at Villa Pamphilj in Rome, Italy, May 21, 2021. REUTERS/Remo Casilli/Pool (Photo: Remo Casilli via Reuters)
Italian Prime Minister Mario Draghi attends a news conference at a virtual G20 summit on the global health crisis, at Villa Pamphilj in Rome, Italy, May 21, 2021. REUTERS/Remo Casilli/Pool (Photo: Remo Casilli via Reuters)

L’Italia è il ‘Paese dell’anno 2021’ per l’Economist. La rivista britannica, che assegna il premio, non al Paese “più grande, al più ricco o al più felice”, ma a quello che ”è migliorato di più nel 2021″, sceglie Roma - si legge nell’articolo - “non per l’abilità dei suoi calciatori, che hanno vinto l’Europeo, né per le sue pop star, che hanno vinto l’Eurovision Song Contest, ma per la sua politica”. In particolare, è la sottolineatura, con “Mario Draghi ha acquisito un premier competente e rispettato a livello internazionale”. Non solo.

“Per una volta - mette nero su bianco l’Economist - una larga maggioranza dei politici italiani ha seppellito le proprie divergenze per sostenere un programma di profonda riforma” che dovrebbe permettere a Roma di ottenere “i fondi a cui ha diritto nell’ambito del piano di ripresa post-pandemia dell’Ue”.

Apprezzamento, poi, per la strategia messa in atto contro il Covid e per la ripartenza. “Il tasso di vaccinazione contro il Covid in Italia è tra i più alti d’Europa. E dopo un 2020 difficile, la sua economia si sta riprendendo più rapidamente di quelle di Francia o Germania”

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli