L'effetto Mourinho sul derby di Roma

·2 minuto per la lettura

AGI - Ultimi spiccioli di speranze europee e una rivincita dopo la sfida d'andata dominata dalla Lazio con un netto 3-0: è questa la posta in palio nel derby del Cupolone di sabato sera. La Roma, alla penultima gara con Paulo Fonseca prima dell'arrivo di Josè Mourinho, deve cercare di difendere il settimo posto, l'ultimo posto utile per andare in Europa (i turni di qualificazione alla nuova Conference League) dall'attacco del Sassuolo. I biancocelesti, a cui manca anche il recupero contro il Torino, si giocano l'ultima 'fiche' sul tavolo dell'Europa che conta: con una vittoria potrebbero restare in scia alle pretendenti alla Champions.

La partita sarà diretta da Luca Pairetto ed è il derby numero 178 in gare ufficiali: 65 le vittorie della Roma, 47 quelle della Lazio, 65 i pareggi. Ma in casa dei giallorossi, il bilancio è piu' netto con 29 successi a 14 per la Roma (33 i pareggi), che nelle ultime tre stagioni è rimasta imbattuta (2-1 nel 2017, 3-1 nel 2018 e 1-1 nel 2020).

L'ultima vittoria della Lazio è il 3-1 del 30 aprile 2017 con gol di Basta e doppietta di Keita (temporaneo 1-1 di De Rossi su rigore) Simone Inzaghi ha assicurato che non molla il sogno Champions: "Non sarà una partita come le altre. Crederemo fino alla fine alla Champions e ci aspettiamo una gara particolare e sentita. Chiederò ai ragazzi l'umiltà che abbiamo mostrato in questo girone di ritorno".

All'Olimpico i biancoclelesti sono reduci da 12 successi consecutivi, anche se questo derby è formalmente in trasferta. Inzaghi recupera Lucas Leiva e Andreas Pereira dopo la squalifica. Ce la fa anche Milinkovic-Savic dopo l'operazione di riduzione della frattura al naso rimediata a Firenze Inzaghi ha anche fatto una battuta sull'arrivo di Mou alla Roma: "Per lui parla chiaro il palmares e sarà un valore aggiunto per i giallorossi".

Fonseca, da parte sua, ha annunciato cambiamenti di strategia ma non di modulo: "Giocheremo con la difesa a quattro, abbiamo preparato strategicamente questa gara in un modo diverso, per non lasciare spazio al contropiede avversario. Abbiamo una strategia, vogliamo essere una squadra più equilibrata. Le risposte sono state positive e a volte un cambio puo' servire anche per creare nuove dinamiche della squadra".

Poi il rammarico per i troppi punti lasciati per strada: "È stata una stagione difficile a causa degli infortuni di giocatori importanti, se li avessimo avuto saremmo potuti arrivare in un'altra posizione". 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli