Lega, Casellati: nessuna censura né politicizzazione mio ruolo

Luc

Roma, 24 lug. (askanews) - Sulla richiesta di chiarimenti sulla presunta trattativa tra esponenti della Lega e funzionari russi non c'è stata "nessuna censura, nessuna politicizzazione del mio ruolo che, come ho detto sin dal primo giorno, è ispirato alla massima trasparenza e alla più totale imparzialità". Lo ha detto la presidente del Senato, Elisabetta Casellati, a Palazzo Giustiniani incontrando i giornalisti per la tradizionale cerimonia di consegna del Ventaglio da parte dell'Associazione Stampa Parlamentare.

"Lo stesso tema - ha ricordato - è stato al centro di varie interrogazioni presentate dal Partito Democratico, a partire dallo scorso febbraio, dopo le prime indiscrezioni o rivelazioni giornalistiche. La non ammissibilità, da me decisa sulla base di un'osservanza puntuale del regolamento, era evidentemente riferita solo alle prime 3 interrogazioni - dal febbraio al maggio decorso - che, per forza di cose, ponevano la questione in termini meramente ipotetici. Le nuove informazioni - e l'avvio di una indagine da parte della Procura di Milano -, hanno quindi consentito una diversa stesura di questi atti di sindacato ispettivo, ai quali di conseguenza ho potuto conferire l'ammissibilità".