Lega: Cecchetti, 'in arrivo molti sindaci e amministratori locali'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 23 set. (Adnkronos) – "Molti amministratori locali ci stanno chiedendo in queste ore di far parte della famiglia della Lega. Si tratta di sindaci di piccoli Comuni, che noi preferiamo a nomi altisonanti, che sono sicuramente importanti, ma che al fine del radicamento territoriale, che è la nostra vera forza, lasciano magari il tempo che trovano". Lo afferma Fabrizio Cecchetti, vice capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati e coordinatore della Lega Lombarda per Salvini Premier, contattato dall'Adnkronos dopo il passaggio da Forza Italia alla Lega del presidente del consiglio regionale della Lombardia, Alessandro Fermi, del consigliere regionale Mauro Piazza e dell'ex presidente della Provincia di Lecco ed ex sottosegretario in Regione, Daniele Nava.

"Noi non rincorriamo nessuno, ma alcuni chiedono di entrare nella famiglia della Lega. Noi ci prendiamo del tempo, analizziamo e verifichiamo, per vedere se c'è compatibilità. Se chi arriva è in linea con le nostre posizioni, si prosegue con il percorso", spiega Cecchetti. "Chi è meritevole, radicato, chi porta valore aggiunto e chi porta avanti il nostro progetto è certamente ben accetto. La Lega ha la sua identità e le sue regole che chiediamo a tutti di rispettare".

E sulle polemiche di Forza Italia, che si è lamentata del passaggio alla Lega a pochi giorni dal voto delle amministrative, Cecchetti sottolinea che "non c’è nessun problema con Forza Italia e non c'era la volontà di fare alcuno sgarbo politico. Il passaggio è avvenuto adesso, ma era nell'aria da tempo. Fatto ora o fra due mesi non cambiava nulla. L'importante è chi va o chi arriva resti nell'alveo del centrodestra, che deve rimanere compatto in vista delle prossime elezioni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli