Lega da Conte: voto coscienza parlamentari contro nuovo Governo

Tor

Roma, 30 ago. (askanews) - "Noi come Lega speriamo che non ci sia una nuova compagine di governo e che i voti in aula non si trovino per poter tornare al voto e poter ridare la parola ai cittadini". La delegazione della Lega alle consultazioni del presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte, al termine di un breve e scontato colloquio per confermare il passaggio del Carroccio all'opposizione, ha rivolto un pubblico "appello alla coscienza di deputati e senatori a non votare questo mercificio".

La delegazione, formata dai sottosegretari uscenti Lucia Borgonzoni e Claudio Durigon, ha però escluso la partecipazioe della Lega alla manifestazione di Fdi convocata da Giorgia Meloni in piazza Montecitorio in concomitanza con il voto della Camera sulla fiducia al nuovo Governo. "Noi abbiamo già le nostre e saranno grandi: a settembre a Pontida, a ottobre a Roma", ha detto Durigon.

Borgonzoni ha inoltre riferito che la Lega ha chiesto a Conte "rassicurazioni senza risposta" sul fatto che i provvedimenti più qualificanti del Governo Lega-M5s a partire da quota 100 e decreti sicurezza e autonomia non saranno smantellati. "Non sono affatto chiari - ha detto- indirizzi e orientamenti del presidente Conte".