Lega del Filo d'Oro: per ogni euro investito, 1,20 torna a società -3-

Cro-Mpd

Roma, 12 feb. (askanews) - "Spinti dalla volontà di consolidare e accrescere la nostra consapevolezza del valore delle opportunità che creiamo per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, per le loro famiglie e i territori in cui siamo inseriti, ci siamo impegnati, a partire dal 2016, nello sfidante compito di misurare l'efficacia del modello valutativo, educativo e riabilitativo della Lega del Filo d'Oro - spiega Rossano Bartoli, Presidente della Lega del Filo d'Oro - . La metodologia del social return on investment (SROI), su cui la misurazione si basa, è per noi l'occasione di ripercorrere, ancora una volta, i passi che compiamo e continuare ad operare consapevoli della misura del cambiamento che ci impegniamo a generare. Inoltre, risponde ad uno dei nostri valori fondativi: la trasparenza, parte integrante del Codice Etico della Lega del Filo d'Oro e principio ispiratore per l'operatività dei servizi che l'Ente eroga e delle relazioni che instaura e coltiva".

L'analisi SROI, infatti, mira a quantificare il valore sociale creato dalla Lega del Filo d'Oro sia a favore delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, che beneficiano di un modello di intervento valutativo, riabilitativo e educativo unico e distintivo, sia rispetto al territorio di cui l'Ente è parte integrante. E proprio guardando al territorio, dall'analisi emerge che l'impatto della "Lega", ovvero il giro d'affari generato dalla Lega del Filo d'Oro per le attività produttive e commerciali, vale 13 milioni di euro annui. (Segue)