Lega, Di Maio: se sospettassi su Russia non starei al governo

Rar

Milano, 18 lug. (askanews) - "Se avessi avuto un minimo sospetto che la Lega ha preso soldi dalla Russia non sarei al governo con loro". Lo ha detto il vicepremier Luigi di Maio, intervistato a UnoMattina. "Ma se il Parlamento chiede un'audizione è giusto che quella persona (Salvini, ndr) vada in parlamento", ha aggiunto.