Lega, ecco il nuovo statuto di Salvini

webinfo@adnkronos.com

Di Francesco SaitaLa nuova Lega di Matteo Salvini sceglie la linea sovranista, con Umberto Bossi che resta presidente federale a vita e garante dell'unità, ma di fatto con poteri più limitati. Il Senatùr non potrà, ad esempio, più subentrare al segretario di Via Bellerio, in alcun caso. Nel nuovo Statuto della Lega Nord, che il congresso di sabato dovrà approvare, l'art.14, relativo al 'presidente federale' prevede che "il socio Umberto Bossi - come si legge nel testo in possesso dell'AdnKronos - è il padre fondatore della Lega Nord e viene nominato Presidente Federale a vita, salvo rinuncia. Il Presidente Federale è garante dell’unità della Lega Nord. È membro di diritto del Consiglio Federale e del Comitato Disciplinare e di Garanzia".  

Per il fondatore della Lega Nord, decadono però alcune funzioni, rispetto allo statuto precedente, quello del 2015, dove si leggeva, tra l'altro, che Bossi "è garante dell’unità della Lega Nord e promuove, con ogni idoneo mezzo, l’identità padana in collegamento con il Parlamento della Padania e di intesa con il Consiglio Federale", passaggio ora eliminato.  

"È membro di diritto del Consiglio Federale, del Comitato Disciplinare e di Garanzia e della Segreteria Politica". Inoltre "in caso di impedimento o dimissioni del Segretario Federale, il Presidente Federale assume i poteri e le competenze del Consiglio Federale e convoca entro 120 (centoventi) giorni il Congresso Federale straordinario per il rinnovo degli organi elettivi".