Lega, il consigliere sospeso: "Donne in vetrina? Un'idea per turismo"

webinfo@adnkronos.com

di Assunta Cassiano "Sto facendo le mie valutazioni, io qui sono uno dei fondatori, ero dentro la Lega quando eravamo solo sei persone. Un po' di lavoro l'ho fatto...Io spero ci sia la possibilità di ricucire questa situazione, mi aspetto che aprano un dialogo. Al momento mi hanno solo comunicato la sospensione. Ci dormo sopra, prendo 48 ore per fare una valutazione complessiva". A dirlo all'Adnkronos il consigliere regionale della Toscana Roberto Salvini, all'indomani delle polemiche suscitate dalle sue dichiarazioni, in sede di Commissione Sviluppo economico, dove ha proposto per favorire il turismo di mettere 'le donne in vetrina', come accade in Olanda e Germania. Dichiarazioni che gli sono costate la sospensione da parte della Lega Toscana.  

"Io ero in commissione a parlare di un argomento che riguarda tutta la Toscana - ricostruisce Roberto Salvini - il rilancio turistico della Regione. Si parlava di varie proposte, cantine aperte, di turismo venatorio, di tutti i tipi di turismo che si possono sviluppare e lì ho fatto un esempio di come altri Paesi confinanti si sviluppano queste opportunità. Tutto questo in commissione. Non capisco perché all'improvviso questo dialogo arriva all'esterno, si estrapola una parte di quel discorso e viene reso pubblico ancora prima di andare in Consiglio. La mia - sottolinea - era una riflessione su come rilanciare il turismo per allungare il periodo di fruibilità per turisti". 

"Io non ho offeso le donne - spiega il consigliere regionale - le donne sono le madri e le educatrici dei nostri figli quindi hanno il massimo rispetto ma tra le donne c'è chi fa anche quel lavoro. Bisogna smettere di essere moralisti, non ho capito perché quando si tocca questo argomento...".  

Tante le critiche arrivate a Roberto Salvini dopo le sue parole ma, racconta "ho la chat piena anche di messaggi di solidarietà, e tutti mi dicono 'ma che ipocriti sono?...Ho centinaia di messaggi. Le mie parole sono state strumentalizzate. Quello che mi dà estremamente fastidio è che quello che le stesse parole che usa il Pd vengano utilizzate anche dal mio partito".