Lega: immagine di Gesù con il presepe e una frase tratta da Gomorra

Lega: immagine di Gesù con il presepe e una frase tratta da Gomorra

Non è passato di certo inosservato un recente tweet sull’account “Lega – Salvini premier”, in cui si vede Gesù con il presepe in mano. A corredo di questa foto una frase tratta dalla nota serie TV Gomorra.

Lega – Gesù e la frase tratta da Gomorra

Matteo Salvini si è presentato al congresso della Lega, presso l’hotel Da Vinci a Milano, con un presepe in mano, regalatogli da un artigiano. Ha mostrato tale regalo ai giornalisti e scherzando con loro ha detto: “È un dono, chi me lo rompe paga”. Per poi aggiungere: “Mi hanno regalato anche quattro canne da pesca”.

Una decisione, quella di presentarsi al congresso con il presepe, che ha di certo attirato l’attenzione, così come un recente tweet apparso sull’account “Lega – Salvini premier”. Nel post in questione, infatti, si vede un’immagine di Gesù al posto del leader del Carroccio, mentre tiene in mano il presepe. A corredo di questa immagine una frase, ormai tormentone, della serie tv Gomorra, ovvero: “E mo c’aripigliamm tutt kill ke’ o nuost“.

lega presepe gesù gomorra

Una frase che per alcuni si presenterebbe come un chiaro messaggio della volontà della Lega di aprirsi sempre di più al Sud Italia, così come un modo divertente di ironizzare sull’arrivo di Salvini al congresso con il presepe in mano. D’altro canto, vi sono alcuni utenti che hanno dimostrato di non aver apprezzato tale post. In particolare, tra i commenti, c’è chi pensa che si tratti di una certa blasfemia associare a Gesù una frase camorrista, in particolar modo a pochi giorni da Natale.

La Lega disconosce il post

Con un post pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale, la Lega ha spiegato cosa è accaduto davvero su Twitter. Sottolineando che l’immagine in questione non era opera degli amministratori ma bensì di un utente. Si è trattato dunque di un errore tecnico.