Si sposa con la figlia neonata legata all'abito da sposa

I fatti dell'anno
Vestito con neonato

Riunire i propri affetti nel giorno del matrimonio è un sentimento che a volte può portare a curiose dimostrazioni come quella fatta da Shona Carter-Brooks. La donna, originaria di Jackson, Tennessee, ha attraversato la navata della chiesa scelta per celebrare il suo matrimonio con la figlia di un mese legata allo strascico del proprio abito da sposa. Shona ha rassicurato i presenti e i propri amici su Facebook che hanno potuto vedere la scena in foto, dicendo che Aubrey (questo il nome della bambina) "era sveglia e al sicuro".

Gli amici della coppia hanno commentato entusiasticamente la scelta di Shona, definendola "commovente". "Shona e Johnathan Brooks, il vostro matrimonio è stato super perfetto, dallo sposo e i suoi testimoni alla sposa e alla sua principessa trascinata con lo strascico: mi ha commosso moltissimo".

Continua dopo il video

Ma altri utenti del social network, vedendo la foto, hanno commentato in modo molto diverso: in rete si è scatenata la polemica, con alcuni utenti che sostenevano a gran voce la necessità di segnalare la donna ai servizi di protezione dell'infanzia. Shona ha stroncato sul nascere la polemica, dicendo che la bambina "era protetta da Cristo".

La signora Carter-Brooks ha modificato appositamente il suo abito, acquistato da David's Bridal, per fare in modo da poter portare con sè la piccola Aubrey. Tra l'altro attorno a questo vestito si è creato un altro piccolo giallo: la sposa ha affermato che il suo abito è una creazione Vera Wang, ma l'informazione è stata prontamente smentita dalla società.