Lega: Renzi, 'su di me montagna fango da Morisi, ma odio non si scaccia con l'odio'

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 1 ott. (Adnkronos) – "Ho ricevuto diverse critiche per non aver attaccato Morisi o Salvini sulle vicende private del guru social leghista. Voglio essere molto chiaro: la Lega con Salvini e Morisi e i Cinque Stelle con Grillo e Casalino hanno creato un sistema di odio social barbaro e incivile; io sono stato il più colpito da questa montagna di fango: dal 2014 al 2019 si è stretta su di me e sulla mia famiglia una tenaglia leghista e grillina che mi ha mediaticamente massacrato; nei fatti l’alleanza Lega-M5S si era già perfezionata sui social prima che a Palazzo Chigi: dai presunti scandali (ricordate le fake news sui sacchetti di plastica o sul terremoto?) agli insulti su JobsAct, banche, unioni civili". Così Matteo Renzi nella enews.

"Oggi che l’ideatore della macchina del fango leghista è implicato in una vicenda di droga che troverà il suo compimento nelle sedi istituzionali, io rivendico il fatto di non attaccare a livello personale Luca Morisi o Matteo Salvini o chiunque altro. Rivendico di avere un altro stile. Noi siamo diversi. Contestiamo da sempre l’uso delle gogne mediatiche e delle campagne di odio virali. E se anche questa scelta di civiltà ci dovesse costare consenso, poco importa".

"Lo dico ai tanti che mi hanno scritto contestandomi per questa scelta. Qualcuno mi ha scritto: 'Basta fare i fighetti! Bisogna menare', e altri: 'Ma Morisi è quello che ci ha massacrati, Morisi ha creato una macchina d’odio'. Vero. Ma non si scaccia l’odio con l’odio. Noi siamo diversi anche per questo. Rimaniamo umani e non aggrediamo gli avversari, nemmeno quando sono in difficoltà, soprattutto quando sono in difficoltà. Questi siamo noi. Che facciamo politica e non diffondiamo l’odio sui social e nelle piazze. Magari non vi convince, ma sapete anche voi che è più giusto così".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli