Lega, Salvini: "Mai stata guerra con Giorgetti"

·1 minuto per la lettura

"Mai stata guerra con Giorgetti, stiamo lavorando fianco a fianco. Su Ilva, energia, Dazn, gomito a gomito". Così Matteo Salvini entrando all'assemblea di Federmanager, all'Auditorium di via della Conciliazione, a Roma, risponde a chi gli chiede dei rapporti con il vicesegretario della Lega, Giancarlo Giorgetti.

Pensioni

"Previdenza e assistenza sono due voci completamente diverse. Merito e ricchezza non sono due parolacce".

Fisco

"Sistema Portogallo? L'ho proposto per alcune regioni del sud, per la Calabria e la Sicilia, mi hanno detto che non si può fare, si può fare solo a livello nazionale, dice l'Ue. Dobbiamo rivedere il sistema Italia".

Covid

"Grazie a Figliuolo, lui risponde velocemente al telefonino, da manager, lui ci ha messo sul podio".

Quirinale

"Rispetto la richeista adi Mattarella, non si tirano per la giacca né lui, né Draghi. Stiamo lavorando per avere un presidente che non sia prorpietà del Pd ma rappresenti tutti".

Nucleare

"Al mondo ci sono 440 centrali nucleari, in tutto il mondo si sta lavorando al nucleare di quarta generazione, l'Italia da grande paese industriale deve decidere: continuare a dipendere dagli altri, o risalire sul treno in corsa" del nucleare. "Non puoi pensare di riempire di orribili pale eoliche il paese". "Se vuoi continuare a essere competitivo devi salire su quel treno".

Fedez

"Fedez? Preferisco Rita Pavone e Iva Zanicchi". Taglia corto Salvini, rispondendo a chi gli chiede della possibile entrata in politica del rapper milanese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli