Lega: Stefano (Pd), 'Emiliano strizza occhio a estrema destra, Letta lo fermi' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Io ho voluto porre una domanda legittima -prosegue Stefano- e sono ancora in attesa di risposta. Per ora, solo Gianni Cuperlo e Matteo Orfini, imbarazzati quanto me dalle strane amicizie del presidente, hanno preso una posizione a riguardo. Mi aspetto una altrettanto netta presa di posizione del partito nazionale, a Bari come a Roma. Le dichiarazioni di principio non bastano più", sostiene Stefàno.

"Il bon ton istituzionale si esprime con modalità e toni differenti, tanto più se si rappresenta una coalizione in cui il Pd è asse portante: può continuare Emiliano a muoversi come un uomo solo al comando? Io dico di no. E lo dicono anche i nostri elettori. Una politica che non conosce limiti, a me non piace. Il Pd deve far pesare il suo sostegno alla giunta Emiliano o valutare passi indietro. Un presidente di centro sinistra in sintonia con Salvini e l'estrema destra ha seri problemi di collocazione. Io sono qui ad aspettare una risposta, mi aspetto che il segretario nazionale del Pd trovi il tempo per venire a Nardó prima del voto del 3 ottobre", conclude il senatore del Pd.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli