Lega: su intercettazioni a rischio privacy il governo non chiarisce

Pol/Vlm

Roma, 11 feb. (askanews) - "Il governo non ha in alcun modo fugato i grossi dubbi che abbiamo avanzato sulla genuinità e attendibilità delle intercettazioni, che metterebbero a rischio i processi per mafia o per terrorismo e i rischi sull'uso indiscriminato dei trojan. Dal ministero hanno candidamente ammesso che sarà necessario del tempo per far funzionare il sistema: quindi perché ha tanta fretta? Il governo è davvero disposto a mettere a repentaglio la sicurezza e la privacy dei cittadini? Procuratori, avvocati e tecnici concordano sulla necessità di un rinvio". Così i senatori della Lega componenti della commissione giustizia del Senato.